Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Prezzi-scandalo a Firenze

Domanda

Caro Matteo, non so quanto potrà servire questa denuncia, ma è certo che è solo la prima di tante altre simili! Vengo ai fatti: ieri (2 gennaio) con la mia famiglia ho passato la giornata a Firenze. Stupenda. Prima di ripartire c'è venuta voglia di riscaldarci, e siamo entrati - non l'avessimo mai fatto- nel "Bar San Michele" di via Orsanmichele. Modesto a vedersi: lungo e strettissimo, con una minuscola saletta in fondo. Niente lussi come musica, luci strane, camerieri in livrea. Marito al banco e la moglie a servire agli unici tre tavolini! Abbiamo preso 3 cappuccini e 1 cioccolata. Ci hanno dato lo scontrino solo in euro: 10.85 €. Ho chiesto di pagare in lire: l'uomo m'ha chiesto 23.000 lire! Alla mia sorpresa e su mia domanda m'ha detto che 1 cappuccio costava 5.000 lire, ma che vabbè, s'accontentava di 22.000 lire. Brontolando ho scucito l'assurda somma. Giunto a casa, con la calcolatrice ho scoperto che quei 10.85 € corrispondevano in realtà a 21.008 lire! Quindi, 1) il barista mi ha fatto pagare 3 cappuccino quanto 6 litri di latte intero; 2) mi ha pure truffato nella conversione euro-lire. Devo dirti una cosa, a costo di passare per esterofilo (cosa che non sono): fuori d'Italia non mi è mai successo di venire così scientificamente spellato in quanto turista. Ci vorrebbe un controllo spietato sul malcostume di quei nostri negozianti che concepiscono il turista solo come un pollo da spennare: con il risultato che la volta prossima invece che a Firenze ce ne andremo a Cannes o a Zurigo. Faglielo capire ai fiorentini che 'ste bischerate 'un si fanno! Andrea

Risposta

Ciao Andrea

non stento a credere che quello che tu dici sia vero. Capita spesso anche a me, vivendo e lavorando nel centro storico, di capitare nei famosi bar o negozi "acchiappa-turisti".

Gli stranieri pagano in dollari e non esitano a pagare 20.000 lire per un cono gelato o 10.000 lire per un pezzo di pizza.

Mi dispiace molto per la tua disavventura e ma ti invito però a tornare a Firenze, magari andando nei "posti giusti" e facendo attenzione (e pretendendo) che siano chiaramente esposti i prezzi con la differenza tra chi consuma al banco e chi si siede a tavolino.

Buon anno da Matteo

sep*** - 19 anni e 11 mesi fa
Registrati per commentare