Questo sito contribuisce alla audience di

Ici - variazioni delle rendite castali

I rimborsi per le rendite catastali presunte, inferiori a quelle accertate avnno richiesti al Comune

Come tutti sanno, l’ICI, l’imposta comunale sugli immobili, è commisurata alla rendita catastale, ma ci sono ancora decine di migliaia di proprietà sprovviste di questa importante valutazione.
I proprietari, o gli altri soggetti delegati a pagare l’imposta, debbono comunque farlo, ma dopo aver effettuato una stima per ottenere la “rendita presunta”.
Quest’anno in particolare, il catasto sembra essersi mosso piuttosto velocemente inviando ai cittadini molte migliaia di rendite, facendo sorgere non pochi problemi.
Infatti,. Salvo pochissimi casi fortuiti, il nuovo valore attribuito, sarà differente da quello presunto e ciò darà luogo a maggiori importi da liquidare, oppure a rimborsi da richiedere.
Come sempre, l’amministrazione finanziaria si attiverà soltanto per le maggiorazioni, mentre per i rimborsi, dovrà muoversi il cittadino.
In questi casi, la domanda dovrà essere corredata di copia della nuova rendita ed i bollettini Ici pagati negli anni scorsi, come prova per la rendita presunta ed il tutto dovrà essere portato in comune.
Si potranno richiedere i maggiori importi versati fin dal 1993, anche se in quella data la riscossione era nelle mani dell’amministrazione finanziaria centrale, ma attenzione: il termine per le domande scade a dicembre 2000.