Questo sito contribuisce alla audience di

Debutta nel 730 il credito d'imposta per le Colf

Dalla finanziaria dell'anno scorso gli italiani avevano avuto un regalo: un sostanzioso contributo per assumere una colf. Ora è il momento di raccoglierlo

Debutta sul modello 730 2002 il credito di imposta per chi assume un domestico/a, babysitter o un assistente per persone anziane.
Per ciascun lavoratore assunto, a determinate condizioni, si avrà diritto a un credito d’imposta di 413,16 euro (pari a 800.000 delle vecchie lire) per ogni mese del 2001.
Finalmente avremo la prova per capire quanto questa opportunità sia stata sfruttata in quanto per le famiglie medie questo poteva significare poter assumere una colf, pagandola, di fatto, un terzo o meno del salario e ponendo il resto a carico dello Stato.
Il credito d’imposta spetta a tutti coloro che assumono lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, nel periodo compreso tra il primo ottobre 2000 e il 31 dicembre 2003.
Innanzitutto perché spetti il credito occorre che il neoassunto abbia non meno di 25 anni e non abbia svolto attività di lavoro dipendente a tempo indeterminato nei 24 mesi precedenti l’assunzione, dunque è perfetta per chi assume, ad esempio, uno studente universitario appena laureato o un po’ fuori corso, oppure chi fino al giorno prima lavorava completamente in nero.