Questo sito contribuisce alla audience di

I Controlli per le Dichiarazioni 2007

L'Amministrazione sta inviano gli avvisi di regolarità per l'anno 2007


Sono in arrivo gli avvisi di regolarità per l’anno d’imposta 2007.

L’avviso viene inviato telematicamente all’intermediario che ha provveduto alla spedizione della dichiarazione (se sono state barrate le apposite caselle sul frontespizio della dichiarazione); l’intermediario deve entro 30 gg. informare il contribuente circa l’esito del controllo, oppure (in caso di cessazione del rapporto, o irreperibilità del cliente) informare l’Agenzia di queste cause oggettive.

Il contribuente ha un termine più ampio per il pagamento del dovuto con la sanzione ridotta, o chiarire la propria posizione nei confronti dell’Amministrazione, ciò perchè i 30 gg. a sua disposizione, in caso di comunicazione dell’esito in via telematica, decorrono dal sessantesimo giorno successivo alla data in cui l’avviso è reso disponibile all’intermediario.

L’Avviso telematico di regolarità/irregolarità rappresenta la versione elettronica della comunicazione prevista dagli articoli 36-bis del DPR 600/73 e 54-bis del DPR 633/72, inviata al contribuente attraverso il servizio postale, ed è consegnato all’intermediario che ha trasmesso la dichiarazione in via telematica mediante il servizio ENTRATEL.

È consegnato all’intermediario che ha curato la trasmissione dei dati della dichiarazione per la quale sono state rilevate delle irregolarità che necessitano di chiarimenti. L’obiettivo è quello di evitare di arrecare inutili disagi ai contribuenti professionalmente assistiti. È infatti emerso che, in molti casi, l’irregolarità può essere risolta fornendo spiegazioni su elementi di carattere puramente formale (per esempio, versamenti eseguiti, eventualmente con alcuni dati errati, ma non conteggiati, errori di trasmissione o ricezione dei dati, dati ed elementi non considerati o valutati erroneamente in sede di controllo automatizzato); pertanto, coinvolgendo preventivamente il professionista che ha trasmesso la dichiarazione, è possibile evitare che il suo cliente riceva una comunicazione di irregolarità.

Le irregolarità sono classificate in due tipologie:

* Omessi versamenti: quando l’irregolarità riguarda esclusivamente la mancanza di versamenti, tranne quelli relativi ai contributi previdenziali;

* Altre irregolarità: tutte le altre tipologie di irregolarità, sia relative ai versamenti (tardività, sanzioni su acconti) tra cui quelli derivanti da contributi previdenziali, sia quelle relative al calcolo dell’imposta ed al controllo di detrazioni, oneri e ritenute; quando l’irregolarità riguarda sia esiti “per omessi versamenti” che esiti per “altre irregolarità” il preavviso viene classificato come “altre irregolarità”.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net