Questo sito contribuisce alla audience di

La guida pratica ai rateizzi Equitalia

Pubblicata dal CNDCEC una Guida Pratica al rateizzo delle somme iscritte a ruolo

I contribuenti che si trovano nell’impossibilità di pagare in un’unica soluzione il debito iscritto a ruolo indicato nella cartella di pagamento possono rivolgersi all’Agente della riscossione per ottenerne la rateazione.
Sulle modalità di come rateizzare le cartelle di pagamento dell’Agente della Riscossione ho già trattato in miei precedenti interventi.

Per accedere a tale beneficio è necessario presentare un’istanza in carta libera, unitamente alla documentazione idonea a dimostrare di trovarsi in una “situazione di obiettiva e temporanea difficoltà finanziaria”.
Al fine di illustrare le condizioni richieste per ottenere il beneficio nonché le regole da osservare nella presentazione dell’istanza e della relativa documentazione, il Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ha predisposto la presente Guida pratica per il contribuente relativa alla “Procedura di rateazione delle somme iscritte a ruolo”.

La Guida nasce dalla collaborazione tra il Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ed Equitalia S.p.a e ha come pregio la estrema chiarezza e la facilità di lettura anche per i non addetti.

Il documento è scaricabile gratuitamente cliccando sul link seguente:
Guida pratica per il contribuente oppure lo troverete allegato al presente intervento.

Ricordo che possono essere oggetto di rateazione tutti i debiti riscossi mediante ruolo.

In particolare, sono rateizzabili le entrate iscritte a ruolo dalle amministrazioni statali (con l’eccezione delle pene pecuniarie di cui all’art. 236, comma 1, del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115), dalle agenzie istituite dallo Stato, dalle autorità amministrative indipendenti e dagli enti pubblici previdenziali.

Fonte: CNDCEC

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net