Questo sito contribuisce alla audience di

La detrazione per le spese funebri

Come detrarre le spese funebri nel modello 730

Affrontiamo oggi l’argomento non troppo piacevole della detrazione d’imposta del 19% per le spese funebri.

Esse vanno indicate nella casella E14 del quadro E del modello 730.

Vediamo le istruzioni operative per la detrazione di tali spese.

Vanno indicate per un importo non superiore a 1.549,37 euro, l’ammontare delle spese funebri sostenute nel corso del 2006 per la morte dei seguenti familiari:

*il coniuge;
*i figli legittimi o legittimati, naturali;
*i discendenti prossimi in assenza di figli;
*i genitori;
*gli ascendenti prossimi in assenza di genitori;
*i generi e le nuore;
*il suocero e la suocera;
*i fratelli e le sorelle germani o unilaterali;
*gli affidati o affiliati.

Il suddetto limite di 1.549,37 euro si riferisce a ciascun familiare defunto. Pertanto, nel caso in cui il dichiarante abbia sostenuto oneri per più decessi di familiari potrà detrarre 1.549,37 euro per ogni decesso.

La spesa funebre può essere detratta, sempre per un ammontare complessivo non superiore a 1.549,37 euro, per ciascun decesso, da più soggetti. In tal caso, è necessario che i partecipanti alla spesa conservino una fotocopia della ricevuta o fattura fiscale relativa alla spesa suddetta.
Se tale documento è intestato ad una sola persona, occorre annotare sul documento originale una dichiarazione di ripartizione della spesa, sottoscritta dall’intestatario della ricevuta o fattura fiscale.

Occorre conservare la ricevuta o la fattura fiscale relativa alle spese funebri contenente la quietanza del pagamento.

Nella casella in esame vanno comprese anche le spese indicate nelle annotazioni del CUD 2010 e/o del CUD 2009 con il codice 14.

Fonte:Assocaf

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net