Questo sito contribuisce alla audience di

Le novità del modello 730 del 2010

Verifichiamo insieme le principali novità del modello 730 del 2010

La dichiarazione dei redditi Mod. 730 di quest’anno presenta le seguenti novità che saranno singolarmente trattate nei prossimi miei interventi.
Clicca qui per visionare tutti gli interventi relativi alla compilazione del modello 730

* detrazione del 20 per cento per l’acquisto di mobili, apparecchi televisivi e computer finalizzati all’arredo di immobili ristrutturati;

* detrazione del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori e per l’acquisto di motori ad elevata efficienza e variatori di velocità;

*la previsione di una detrazione per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso;

*la proroga della detrazione del 55% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici esistenti e, in taluni casi, la possibilità per gli eredi o gli acquirenti di questi immobili di rideterminare il numero delle rate residue;

*la proroga della detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia;

*la possibilità per i soggetti colpiti dall’evento sismico verificatosi in Abruzzo il 6 aprile 2009 di fruire del credito d’imposta per la riparazione, la ricostruzione o l’acquisto degli immobili danneggiati;

*la proroga della detrazione d’imposta del 19% per le spese di autoaggiornamento e formazione dei docenti;

*la proroga della detrazione d’imposta del 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale regionale e interregionale;

*detrazione del 19% per le spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido;

*l’opportunità per i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno percepito dal datore di lavoro compensi per incremento della produttività per cui è prevista un’imposta sostitutiva dell’Irpef, di scegliere una differente modalità di tassazione di detti compensi;

*la possibilità per i proprietari di immobili situati nella regione Abruzzo di fruire della riduzione del 30% del reddito derivante dalla locazione o comodato di detti immobili a nuclei familiari le cui abitazioni principali siano state distrutte o dichiarate inagibili in conseguenza del sisma del 6 aprile.

Roberto Pagano

www.lacontabilitaonline.net