Questo sito contribuisce alla audience di

L'autodichiarazione per Equitalia

Il modello di autodichiarazione da utilizzare per bloccare le azioni esecutive dell'Equitalia

I contribuenti che ritengono di aver ricevuto una cartella di pagamento per tributi già pagati o interessati da un provvedimento di sgravio o sospensione, non dovranno “impazzire” nel trovare l’ufficio competente: basterà compilare un’autodichiarazione per interrompere le procedure di riscossione.

Questo in sintesi il contenuto della direttiva diffusa il 6 Maggio da Equitalia che contiene anche uno schema dell’autodichiarazione che i contribuenti interessati devono inviare.

In sintesi, tale procedura sarà utilizzabile da coloro che hanno già pagato il tributo oggetto della richiesta di pagamento a mezzo cartella esattoriale oppure hanno richiesto la procedura di sgravio o di sospensione in conseguenza di una presentazione di istanza di autotutela.

Dopo aver presentata l’autocertificazione all’Equitalia, sarà stesso il concessionario della riscossione comunicherà all’ente interessato il contenuto della stessa entro 10 giorni dalla presentazione allo sportello, e se ci saranno problemi sarà l’Ente a doversi attivare con il concessionario della riscossione. Il silenzio equivarrà alla sospensione delle procedura da parte di Equitalia, fino al definitivo chiarimento della posizione del contribuente.

Sicuramente una buona notizia per coloro che hanno subito ingiustamente una procedura esecutiva ed avevano difficoltà nel contrastare la stessa.

In allegato al presente intervento troverete il testo della direttiva integrale e il modello per l’autocertificazione.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • studio legale associato papa

    21 Dec 2010 - 09:29 - #1
    0 punti
    Up Down

    Problemi con Equitali? Rivolgetevi con fiducia al 327-5393982