Questo sito contribuisce alla audience di

Cosa è la SCIA, per l'Impresa in un giorno

La SCIA, ovvero la Segnalazione certificata di inizio attività che potrebbe partire presto

Dopo la Comunicazione Unica, oggetto di un mio intervento precedente, che prevede la possibilità di poter richiedere l’attribuzione della partita iva, l’iscrizione al Registro Imprese tenuto dalla CCIAA ed all’Inps/Inail, nell’ambito del maxi-emendamento alla manovra correttiva agli atti finali di questi giorni, è stata prospettata la possibilità di poter avviare operativamente l’impresa mediante la procedura denominata SCIA -Segnalazione certificata di inizio attività-.

La stessa è diversa dalla Dia, in quanto, in questo caso occorreva attendere almeno 30 giorni per il cd. silenzio-assenso; in questo caso basterà presentare la SCIA direttamente agli enti preposti per poter ottenere le necessarie autorizzazioni comunali e licenze previste a seconda del diverso tipo di attività ed avviare subito l’impresa.

L’amministrazione provvederà alla verifica successiva dei requisiti occorrenti per lo svolgimento dell’attività, bloccando la procedura nel caso di gravi violazioni o mancanza di requisiti.

Non sarà possibile utilizzare tale procedura per determinate tipi di attività, come ad esempio intermediazioni finanziarie, o ad attività sottoposte a vincoli ambientali, paesaggistici o legate ad attività che riguardano la pubblica sicurezza o l’immigrazione.

Parallelamente è stato previsto l’apertura dello Sportello Unico Informatizzato che, come già detto sopra, consentirà di poter avviare l’impresa in un solo giorno, assolvendo a tutte le procedure previste per lo start-up, che procederà di pari passo con la Comunicazione Unica che consente di assolvere a tutte le pratiche burocratiche richieste.

Sicuramente è un passo molto importante verso la tanta agognata semplificazione normativa, favorendo la nascita di nuove imprese; ma c’è da dire che, nel caso della Comunicazione Unica, l’entrata a regime sta avvenendo con notevoli difficoltà.

C’è solo da augurarsi che tutti gli enti interessati (che sono fatti di persone) facciano la loro parte.

I Contribuenti ed i futuri Imprenditori ne hanno davvero bisogno.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net