Questo sito contribuisce alla audience di

Come tenere i registri contabili e fiscali

Le regole per la corretta tenuta dei registri contabili e fiscali

La Legge Finanziaria del 2008 ha disciplinato i termini corretti per la stampa dei registri fiscali (Libro Giornale, Libro Iva, Libro Inventari, Libro dei Cespiti Ammortizzabili).

Precisamente la scadenza improrogabile per la stampa dei registri sopraindicati è fissata entro 3 mesi dal termine di presentazione delle dichiarazioni, e nella fattispecie, per il registri contabili riferiti all’anno di imposta 2009, il termine improrogabile è il 31/12/2010.

L’unica eccezione riguarda la stampa del registro dei cespiti, la cui scadenza è quella della presentazione del modello Unico 2010, ossia il giorno 30/09/2010 (senza tener conto della proroga di quest’anno).

Fra i registri da stampare, ricordo anche l’importanza di stampare sempre i cd. mastrini economici e patrimoniali e le scritture di magazzino, quando ne ricorre l’obbligo.

Le regole fondamentali per la tenuta corretta dei registri aziendali sono le seguenti:

- tenuta delle scritture in modo ordinato e senza cancellazioni (se necessarie, devono sempre risultare leggibili)

- il registri iva, il libro giornale ed il libro degli inventari devono essere numerati progressivamente, ed assolvere l’imposta di bollo nella misura di €.14,62 per ogni 100 fogli (escludendo i registri iva) per le società di capitali oppure €. 29,24 per i soggetti Irpef

- la numerazione è annuale, riferendo obbligatoriamente l’anno di competenza

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net