Questo sito contribuisce alla audience di

La Compensazione Iva

La procedura per la compensazione Iva fino a 15.000 euro

Di seguito indico la procedura che deve essere seguita per la compensazione dei crediti iva che comportano il superamento del plafon annuale fino a 15.000 euro

A partire dal 1° gennaio 2010:

• i crediti IVA che comportano il superamento del plafond annuale di € 10.000, possono essere compensati solo a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione:
*della dichiarazione Iva annuale da cui il credito emerge;
*dell’istanza di rimborso infrannuale da cui il credito emerge;

• i crediti IVA che comportano il superamento del plafond annuale di € 15.000, possono essere compensati anch’essi solo a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione Iva annuale ma, in tale ipotesi, risulta anche obbligatorio:
*il rilascio del visto di conformità da parte di un soggetto abilitato;
*in alternativa, per i contribuenti per i quali è esercitato il controllo contabile, la sottoscrizione da parte dei revisori contabili.

Con la Circolare n. 1/E/2010 è stato chiarito che nel caso di superamento del plafond annuale di € 15.000, sull’istanza di rimborso infrannuale, a differenza di quanto avviene per la dichiarazione Iva, non deve essere apposto il visto di conformità.
I nuovi suddetti limiti non riguardano alle c.d. “compensazioni interne”, cioè “Iva con Iva”.

Nel caso in cui il credito Iva comporti il superamento del plafond annuale di € 10.000:

• per poter effettuare la compensazione si dovrà attendere il giorno 16 del mese successivo a quello della presentazione della dichiarazione annuale Iva o dell’istanza di rimborso trimestrale;
• la trasmissione del modello F24 per la compensazione dei crediti può essere realizzata attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate:
*Fisconline;
*Entratel.

Nel caso in cui il credito Iva non comporti il superamento del plafond annuale di € 10.000:
• il contribuente potrà compensare tale credito senza vincoli temporali, ma comunque dopo la presentazione della dichiarazione Iva annuale o dell’istanza di rimborso trimestrale;
• la trasmissione del modello F24 per la compensazione dei crediti può essere realizzata attraverso i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate:
*Fisconline;
*Entratel;
*Home banking;
*Remote banking.

Fonte: Fisco e Tasse

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net