Questo sito contribuisce alla audience di

La Compensazione Iva

La procedura per compensare l'Iva a credito oltre 15.000 euro

Per poter effettuare la compensazione annuale dei crediti Iva per un’importo maggiore di 15.000 euro occorre il visto di conformità.

Il visto di conformità può essere rilasciato solamente dai seguenti soggetti:
• responsabili dell’assistenza fiscale dei Caf-Imprese;
• dottori commercialisti;
• esperti contabili;
• consulenti del lavoro;
• periti ed esperti tributari iscritti alla data del 30 Settembre 1993 nei relativi ruoli tenuti dalle Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura, in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria.

Il rilascio del visto di conformità consiste:
• nell’indicazione del codice fiscale;
• nell’apposizione della firma del responsabile del CAF imprese o del professionista nei prestabiliti spazi presenti nel frontespizio della dichiarazione Iva annuale.

Per le società di capitali soggette a controllo contabile, il visto di conformità è sostituito dalla sottoscrizione della dichiarazione Iva da parte dell’organo di controllo contabile.

• In caso di compensazione di crediti IVA superiori a € 15.000 senza apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione IVA annuale, si applica una sanzione pari al 30% del credito indebitamente utilizzato in compensazione;
• nel caso in cui la dichiarazione IVA 2010 sia stata presentata entro il 5 ottobre 2010 (termine così slittato dal 30 settembre 2010) senza visto di conformità e si intenda compensare un credito IVA annuale superiore a € 15.000, è possibile presentare una dichiarazione integrativa completa di visto di conformità nel termine massimo di 90 giorni, quindi entro il 3 gennaio 2011.

Fonte: Fisco e Tasse

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net