Questo sito contribuisce alla audience di

News Fiscali della Settimana

Le più importanti news fiscali della settimana dal giorno 11 al giorno 15 Ottobre

Come di consueto, riporto le più importanti news fiscali della settimana appena trascorsa

Costo del carburante nella fattura di trasporto: la nuova disciplina per fruire delle agevolazioni (Fonte: Italia Oggi)

2010-10-15 - L’art. 83-bis della L. 133/2008, modificato dalla L. 163/2010, prevede che le fatture relative a prestazioni di trasporto per conto terzi, devono contenere l’indicazione della parte del corrispettivo relativo al costo del carburante necessario al vettore per l’esecuzione delle prestazioni convenzionate con il committente. Nel caso di mancata indicazione del costo del carburante nella fattura di trasporto si perdono tutte le agevolazioni di natura tributaria, finanziaria e previdenziale per il periodo d’imposta di un anno a carico del committente e del vettore.

Il codice fiscale e la verifica dei dati anagrafici che lo compongono (Fonte: Italia Oggi)

2010-10-15 - È in arrivo il provvedimento che darà attuazione all’art. 38, comma 6 del D.L. 78/2010 sull’accesso libero, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, per la verifica della correttezza del codice fiscale del contribuente e dei dati anagrafici che lo compongono. La verifica sarà soggetta ad apposite convenzioni tra i soggetti interessati e l’amministrazione finanziaria. L’attuazione, con una schermata on-line, potrebbe arrivare già a fine ottobre 2010.

Scudo fiscale, via alla compensazione tramite il modello F24 per l’imposta straordinaria versata in eccesso
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-15 - Con la Risoluzione n. 107/E del 14 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito le modalità di recupero dell’imposta straordinaria per regolarizzare le attività finanziarie e patrimoniali detenute all’estero, nel caso in cui il versamento ecceda il dovuto. In particolare, la risoluzione apre la possibilità di compensare, tramite il modello F24, le somme eventualmente pagate in eccesso per aderire allo scudo fiscale, sia nel caso in cui il surplus derivi dalla restituzione dell’imposta al contribuente da parte dell’intermediario, sia quando scaturisca da semplici errori nei versamenti.

Scudo fiscale: l’iter di controllo dell’Amministrazione Finanziaria
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-15 - Con la Circolare n. 52/E dell’8 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate presenta una rigorosa procedura alla quale devono attenersi gli uffici, ai fini del controllo nei confronti dei soggetti che hanno aderito allo scudo fiscale. Spetta al contribuente la prima mossa, comunicando tempestivamente ai verificatori di aver beneficiato dello scudo fiscale. Successivamente l’Amministrazione dovrà procedere all’acquisizione della dichiarazione riservata, alla verifica dell’esistenza del presupposto impositivo e alla verifica dell’assenza di cause ostative per gli effetti preclusivi ed estintivi dello scudo fiscale.

Irap: esonero anche per i piccoli imprenditori sprovvisti di autonoma organizzazione (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-14 - Anche i piccoli imprenditori, se sprovvisti di autonoma organizzazione, possono risultare non soggetti all’Irap. Questo è quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, con tre sentenze depositate il 13 ottobre 2010 (le nn. 21122, 21123 e 21124), in relazione all’assoggettabilità o meno all’imposta regionale sulle attività produttive ad un tassista, ad un coltivatore diretto e ad un artigiano.

Ocse: nuove tecnologie e sicurezza al servizio del contribuente (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-14 - Per utilizzare al meglio le potenzialità delle nuove tecnologie e dei social network nei rapporti Fisco - contribuenti, è in corso di svolgimento a Roma dal 13 ottobre 2010 “la Tre giorni di lavoro” del sottogruppo dedicato ai Servizi ai contribuenti, costituito nell’ambito del Forum sulle Amministrazioni fiscali dell’Ocse. Il meeting, organizzato dall’Agenzia delle Entrate si concluderà venerdì 15 ottobre. I temi principali affrontati durante queste tre giornate di studi riguardano: le linee future di sviluppo dei servizi telematici, le modalità di autenticazione e gestione della sicurezza per l’utenza, le opportunità e i rischi nell’uso dei social media da parte delle Amministrazioni.

Professionista vincente in giudizio: ritenuta del 20% sull’intera somma liquidata dal giudice (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-14 - L’importo che il giudice liquida in sentenza per inadempimento contrattuale a favore di un professionista, sconta la ritenuta d’acconto del 20% sull’intera somma, compresa la copertura delle spese processuali. Nello stesso tempo, il professionista può dedurre dal reddito d’impresa, in quanto inerenti alla sua attività, le spese processuali sostenute. È questa l’interpretazione contenuta nella risoluzione n. 106/E del 13 ottobre 2010, in risposta ad un’istanza di interpello presentata da una società soccombente in giudizio, per inadempimento contrattuale nei confronti di un notaio.

Scudo fiscale: la Guardia di finanza avvia la campagna dei controlli
(Fonte: Italia Oggi)

2010-10-14 - È stata avviata dalla Guardia di Finanza la campagna dei controlli sulla scudo fiscale. In questi giorni, gli intermediari che hanno seguito le operazioni di scudo fiscale stanno ricevendo delle lettere da parte della GdF che chiedono informazioni sulle dichiarazioni riservate dei propri clienti. Pertanto, l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 52/E dell’8 ottobre 2010 ha fornito ai propri uffici le indicazioni sulle modalità di effettuazione dei controlli sui rimpatri e sulle regolarizzazioni.

Appalto: 180 giorni per adeguare i contratti alle nuove regole (Fonte: Italia Oggi)

2010-10-13 - Il Decreto legge discusso ieri nel Preconsiglio dei ministri modifica l’art. 3 della L. 136/2010 sulla tracciabilità dei flussi finanziari che opera per i contratti ed i subcontratti di appalto. Il decreto consentirà l’adeguamento entro 180 giorni di tutti i contratti ed i subcontratti di appalto stipulati prima del 7 settembre agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari. Immediata applicazione della tracciabilità, invece, ai contratti ed ai subcontratti successivi al 7 settembre 2010.

Costi amministrativi fiscali: un taglio del 25% entro il 2012 (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-13 - Con il Comunicato Stampa del 12 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate e il Dipartimento della Funzione Pubblica hanno presentato i primi risultati dell’operazione volta a contenere le spese burocratiche e stendono le stime dei costi amministrativi sostenuti dalle imprese nel settore fiscale. L’obiettivo della sinergia è duplice: misurare e ridurre del 25% i costi amministrativi entro il 2012, semplificando così la vita alle aziende. La rilevazione è stata effettuata nell’ambito dell’attuazione del “Taglia-oneri amministrativi”, introdotto dall’art. 25 del D.L. 112/2008, che ha previsto la misurazione dei costi burocratici in tutte le materie di competenza dello Stato.

Frodi Iva: le novità sullo scambio di informazioni e sull’attendibilità dei dati (Fonte: Italia Oggi)

2010-10-13 - Con il regolamento del Consiglio n. 904 del 7 ottobre 2010, sono state introdotte delle novità in materia di cooperazione amministrativa e di lotta alle frodi Iva. Gli stati membri, sono tenuti, infatti, a cooperare per assicurare la corretta riscossione dell’Iva non soltanto controllando le operazioni soggette all’imposta nel proprio territorio, ma anche fornendo assistenza agli altri stati sulle attività che si svolgono nel proprio territorio e vengono tassate in un altro. L’amministrazione finanziaria dovrà, invece, verificare preventivamente l’affidabilità dei soggetti che chiedono il rilascio del numero di partita Iva e procedere all’invalidazione di tale numero nel sistema informatico comunitario qualora il soggetto risulti inattivo per un anno o quando abbia constatato irregolarità nei dati dichiarati.

Incremento occupazionale: il bonus assunzioni sopravvive alle dimissioni (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-13 - Il datore di lavoro che non conserva per un periodo minimo stabilito i posti di lavoro creati nelle aree svantaggiate non può fruire del credito d’imposta per l’incremento occupazionale maturato e deve restituire il quantum già utilizzato anche se a dare le dimissioni è il lavoratore stesso. Il bonus assunzioni opera, invece, quando il datore di lavoro mantiene, come media annuale, l’incremento occupazionale chiesto per almeno tre anni o due per le Pmi. A tal fine, il datore di lavoro può sostituire il lavoratore “agevolato” con altro lavoratore a tempo indeterminato in possesso dei requisiti previsti dalla norma. A chiarirlo è la risoluzione n. 105/E del 12 ottobre dell’Agenzia delle Entrate.

Antiriciclaggio: no alla segnalazione automatica dell’operazione sospetta (Fonte: Italia Oggi)

2010-10-12 - Con la circolare dell’11 ottobre 2010 prot. 297944, il Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) ha fornito ulteriori chiarimenti in tema di antiriciclaggio. Secondo il Mef il controllo del movimento dei contanti va inquadrato nel contesto delle previsioni dell’art. 41 del D.Lgs. 231/2007, secondo cui la segnalazione dell’operazione sospetta scaturisce da un procedimento complesso che si basa sulla valutazione di tutti gli elementi conoscitivi soggettivi ed oggettivi in possesso del destinatario degli obblighi. Il processo per la segnalazione, pertanto, va interpretato alla luce dell’intero quadro normativo dettato in tema di antiriciclaggio.

Condono Irap: costa caro il ritardo della seconda e della terza rata (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-12 - Non si può ritenere perfezionato il condono Irap se il contribuente paga in ritardo la seconda e la terza rata. A confermare questo orientamento è la quinta sezione civile della Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 20966 depositata l’11 ottobre 2010. Nella fattispecie, la Corte ha accolto il ricorso dell’Amministrazione Finanziaria, affermando che non è configurabile in tema di condono, proprio per il carattere eccezionale di tale istituto, un principio generale destinato a valere in caso di silenzio del legislatore.

Praticanti avvocati: niente tassa sulle concessioni governative per il primo anno d’iscrizione all’albo dei praticanti (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-12 - Il laureato in giurisprudenza, che si iscrive al registro dei praticanti, o il praticante avvocato che si iscrive all’albo degli avvocati del Tribunale per l’ammissione al patrocinio, deve pagare la tassa sulle concessioni governative prevista per la professione forense a partire dal secondo anno di pratica, ovvero da quando si può in concreto esercitare la professione. Questo è quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n. 103/E dell’11 ottobre 2010.

Servizio idrico: rimborsi per l’acqua con l’Iva al 20% (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-12 - Le somme che il Comune riceve dalla società di gestione del servizio idrico, a titolo di rimborso di “passività pregresse” per l’ammortamento dei mutui attivati dal Comune stesso per realizzare investimenti nel ciclo dell’acqua, assumono la natura di corrispettivi imponibili ai fini Iva. Pertanto tali somme devono essere assoggettate all’Iva con l’aliquota ordinaria del 20%. A chiarirlo, la risoluzione n. 104/E dell’11 ottobre, con cui il gestore del servizio idrico di un Comune chiedeva quale fosse la corretta aliquota Iva da applicare alle predette somme.

Appalti: obbligo di Durc a doppio binario (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-11 - Con la circolare n. 35/2010 dell’8 ottobre 2010, il Ministero del Lavoro ha precisato che il documento unico di regolarità contributiva (Durc) nel settore degli appalti viaggia sul doppio binario: quello pubblico e quello privato. In particolare, negli appalti pubblici, il Durc ha validità trimestrale e può essere utilizzato solo con riferimento alla specifica procedura di appalto. Al contrario, il Durc rilasciato con riferimento agli appalti privati, fermo restando la sua validità trimestrale, può essere utilizzato per l’intero periodo di validità, ai fini dell’esecuzione di più lavori. La validità del documento è, invece, mensile allorché venga richiesto per fruire dei benefici normativi e contributivi.

Black list: indeducibili tutti i componenti negativi derivanti da operazioni commerciali (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-11 - Con la circolare n. 51/E del 6 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla normativa antielusiva contenuta nell’art. 110 del Tuir. In particolare, viene precisato che qualsiasi componente negativo derivante da operazioni commerciali poste in essere con soggetti ubicati in Paesi black list è indeducibile, salvo prova contraria, a prescindere dalla natura del componente o dall’esercizio in cui esso viene rilevato in bilancio. Con riferimento all’ambito soggettivo, le Entrate sottolineano che la norma interessa tutti i soggetti residenti che esercitano, nel territorio dello Stato italiano, un’attività d’impresa.

Modello F24: il codice tributo PIEM è soppresso (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-11 - Con la Risoluzione n. 102/E dell’8 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha sancito la soppressione del codice tributo PIEM, istituito con la risoluzione n. 360/E del 25 settembre 2008, per consentire l’utilizzo in compensazione tramite il modello F24 del credito d’imposta Irap riconosciuto dalla Legge regionale del Piemonte n. 9 del 23 aprile 2007. Tale soppressione è operativa a partire da venerdì 15 ottobre 2010.

Scudo fiscale, partono i controlli (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-11 - Nel caso in cui il contribuente decida di opporre lo “scudo fiscale” in sede di verifica, l’amministrazione finanziaria effettuerà una serie di valutazioni e di adempimenti finalizzata a riconoscere o a disconoscere l’efficacia dell’operazione di emersione delle attività detenute all’estero. In primo luogo, si tratta della corretta indicazione dei beni e delle attività detenute all’estero nel quadro RW della dichiarazione. È questo, in sintesi, il messaggio contenuto nella circolare n. 52/E dell’8 ottobre 2010, con la quale l’amministrazione finanziaria ha diramato le linee di condotta in relazione ai controlli da effettuare sullo scudo fiscale. Si ricorda che l’opposizione va fatta all’inizio dell’attività di indagine cui è sottoposto il contribuente o comunque entro i 30 giorni successivi.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net