Questo sito contribuisce alla audience di

News Fiscali della Settimana

Le news fiscali della settimana apparse sulla stampa specializzata

Le più importanti news fiscali della settimana dal 18 al 22 Ottobre 2010 pubblicate dalla stampa specializzata

Comunicazioni Black list: nessun obbligo per i contribuenti minimi e le nuove iniziative (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-22 - I contribuenti minimi e le nuove iniziative produttive rimangono fuori dall’obbligo di comunicazione delle operazioni Iva con Paesi Black list. È solo uno dei chiarimenti contenuti nella circolare n. 53/E del 21 ottobre 2010, una vera e propria guida approfondita per i soggetti passivi Iva, chiamati a inviare all’Agenzia delle Entrate, entro il prossimo 2 novembre, la comunicazione relativa alle cessioni e agli acquisti di beni nonché alle prestazioni di servizi effettuate e ricevute nei confronti degli operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in Paesi a fiscalità privilegiata.

Irap: l’assoggettabilità dell’avvocato che ha l’apprendista (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-22 - Con la sentenza n. 21563 del 20 ottobre 2010, la Corte di Cassazione ha stabilito l’assoggettabilità ad Irap dell’avvocato che, nell’esercizio della sua attività professionale, si avvalga della collaborazione di un apprendista part-time. Nella fattispecie, secondo i giudici di legittimità, la circostanza che l’avvocato si sia avvalso di un lavoratore dipendente, ancorché ci si riferisca ad “un solo apprendista part-time”, è indice di autonoma organizzazione, individuata dalla giurisprudenza quale presupposto ai fini dell’Irap.

Iva: la detrazione dell’imposta sugli acquisti non è legata alla “partita Iva” (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-22 - L’Iva sugli acquisti può essere detratta prima della richiesta della partita Iva, se l’acquisizione del numero identificativo avviene entro un termine ragionevole. L’ottenimento della partita Iva, infatti, non è un atto costitutivo del diritto alla detrazione che sorge quando l’imposta detraibile diventa esigibile, ma rappresenta un requisito formale ai fini del controllo. Con la sentenza depositata il 21 ottobre 2010 relativa alla causa C-385/2009, la Corte di Giustizia Ue ha ritenuto non conforme al diritto comunitario la legislazione di un stato membro Ue che subordina la detrazione Iva al requisito formale del possesso di un numero identificativo Iva.

Le mamme Ue in congedo a stipendio pieno (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-22 - Il Parlamento Europeo ha approvato il 21 ottobre 2010 un emendamento che introduce per le mamme Ue un periodo di congedo fino a 20 settimane remunerate al 100% dello stipendio. Cambiamenti significativi anche per i papà, ai quali per la prima volta viene riconosciuto il diritto al congedo obbligatorio di due settimane a stipendio pieno. Le nuove norme, che aspettano l’approvazione definitiva da parte del Consiglio dei ministri dell’Ue, dovranno essere recepite dagli stati membri Ue entro due anni.

Equitalia: aperture prolungate, assistenza web, call center e nuove guide (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-21 - Con l’obiettivo di consentire ai contribuenti di dialogare con Equitalia tutto il giorno e tutti i giorni è stato predisposto dalla Società di riscossione nazionale il “Programma delle iniziative 2011”. Il piano di azione punta principalmente alla realizzazione di quattro iniziative basilari: nuove aperture pomeridiane degli sportelli, call center attivi 24 ore su 24, assistenza via web e guide facili per fornire in modo trasparente tutte le informazioni utili. Le nuove guide di Equitalia sono già disponibili sul sito della società e nei prossimi giorni agli sportelli.

Guida al risparmio energetico: on line tutti gli aggiornamenti (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-21 - È disponibile on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate la guida “Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico”, che descrive i vari tipi di intervento per i quali si ha diritto al beneficio fiscale e gli adempimenti necessari per ottenerlo. Tale guida contiene tutti gli aggiornamenti secondo le più recenti modifiche normative, che hanno riguardato soprattutto le procedure da seguire per usufruire correttamente delle agevolazioni sul risparmio energetico.

Inps: doppia contribuzione per soci lavoratori e amministratori di srl (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-21 - Il D.L. n. 78/2010 ha stabilito che il soggetto che sia contemporaneamente amministratore e socio operativo in una Srl operante in ambito commerciale o artigiano deve mantenere l’iscrizione obbligatoria sia alla gestione Ivs (Invalidità, vecchia e supersiti) che a quella separata. In tutti i casi va considerato che trattandosi di contributi, questi costituiscono oneri deducibili dal reddito della persona fisica. La deduzione è integrale per i contributi versati dal socio alla gestione Ivs e limitata a 1/3, la quota a carico del percipiente, per i contributi versati dagli amministratori alla gestione separata.

Reddito d’impresa: esclusi dalla tassazione i versamenti a titolo di anticipazioni (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-21 - Con la sentenza n. 21511 del 20 ottobre 2010, la Corte di Cassazione ha affermato che i versamenti a titolo di anticipazioni effettuati dall’imprenditore alla sua azienda personale, non sono contemplati dalla legge ai fini della loro rilevanza Irpef, con la conseguenza che non possono essere soggetti presuntivamente alla tassazione, salvo che l’amministrazione non dimostri che si tratta di somme non dichiarate di pari importo. Nella fattispecie, la Corte, ha accolto il ricorso del contribuente, rilevando che in tema di reddito d’impresa nessuna norma stabilisce che i versamenti a titolo di anticipazioni costituiscono sopravvenienze attive per l’impresa, non trattandosi né di ricavi, né di plusvalenze o di sopravvenienze.

Modello “730 integrativo”: la presentazione entro il 25 ottobre 2010

2010-10-20 - Il contribuente che si accorge di aver commesso degli errori a proprio svantaggio nella dichiarazione dei redditi inviata con il modello 730/2010, può presentare entro il 25 ottobre 2010 il modello “730 integrativo” ad un Caf o ad un professionista abilitato. Il modello “730 integrativo” è destinato ai contribuenti che hanno riscontrato nella propria dichiarazione degli errori od omissioni, la cui correzione determina un maggior credito, un minor debito o un’imposta invariata. Tale modello va utilizzato anche nel caso in cui ci si accorga che erano incompleti o imprecisi i dati di identificazione del sostituto d’imposta che effettua il conguaglio.

Non profit, il nuovo principio contabile (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-20 - Per l’iscrizione delle attività e delle passività degli enti non profit, il criterio di valutazione da utilizzare è quello del costo di acquisto e/o di produzione, nel rispetto del principio della prudenza. Questa è una delle indicazioni fornite dal primo “Principio contabile per gli enti non profit”, elaborato congiuntamente dai rappresentanti dell’Agenzia per le Onlus, del Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili e dell’Organismo italiano di contabilità. Il nuovo principio contabile individua, comunque, ulteriori criteri di misurazione dei valori di bilancio: costo corrente, presunto valore di realizzo, valore attuale e fair value.

Nuovo redditometro: determinante il nucleo famigliare e il contesto territoriale (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-20 - Il nuovo redditometro, introdotto dalla Manovra correttiva 2010, considererà l’ambito famigliare in maniera più rilevante rispetto a quanto accadeva in passato. La rettifica del reddito risulterà fondata sul contenuto induttivo di elementi di capacità contributiva, tenendo conto dell’analisi di campioni significativi di contribuenti, differenziati anche in funzione del nucleo famigliare e del contesto territoriale. Tutto ciò avverrà con un decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale con cadenza biennale.

Reverse charge per i telefoni cellulari e dispositivi elettronici (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-20 - Per contrastare le c.d. “frodi carosello” sull’Iva per la telefonia mobile e i dispositivi elettronici, il Consiglio Ecofin ha autorizzato l’Italia, fino al 2014, ad applicare il principio di inversione contabile ai beni appartenenti a queste categorie merceologiche, ivi compresi i relativi componenti ed accessori. Si tratta dell’applicazione del meccanismo del “reverse charge” che obbligherà a pagare l’Iva sui beni ceduti dal fornitore al consumatore.

Dichiarazione dei redditi congiunta: nell’accertamento la responsabilità è solidale (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-19 - Con la Sentenza n. 20856 dell’8 ottobre 2010, la Corte di Cassazione ha affermato che la scelta dei coniugi di presentare la dichiarazione dei redditi congiunta ha effetto non solo sui redditi dichiarati, ma anche su quelli accertati. In particolare, la Corte stabilisce che la responsabilità solidale della moglie si estende alle obbligazioni derivanti dal successivo accertamento di maggior reddito a carico del marito, a nulla rilevando il venir meno della convivenza matrimoniale dovuta a separazione personale.

Modello “730 integrativo”: la presentazione entro il 25 ottobre 2010 (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-19 - Il contribuente che si accorge di aver commesso degli errori a proprio svantaggio nella dichiarazione dei redditi inviata con il modello 730/2010, può presentare entro il 25 ottobre 2010 il modello “730 integrativo” ad un Caf o ad un professionista abilitato. Il modello “730 integrativo” è destinato ai contribuenti che hanno riscontrato nella propria dichiarazione degli errori od omissioni, la cui correzione determina un maggior credito, un minor debito o un’imposta invariata. Tale modello va utilizzato anche nel caso in cui ci si accorga che erano incompleti o imprecisi i dati di identificazione del sostituto d’imposta che effettua il conguaglio.

Rimborsi Iva nella Ue: prorogata al 31 marzo 2011 la presentazione dell’istanza (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-19 - I contribuenti italiani che intendevano presentare una richiesta di rimborso dell’Iva relativa alle spese sostenute in un altro Stato membro Ue nel 2009, avrebbero dovuto inoltrare un’istanza all’Agenzia delle Entrate entro il 30 settembre 2010. Il Consiglio Europeo ha prorogato al 31 marzo 2011 il termine per la presentazione delle istanze relative al rimborso dell’Iva estera per il 2009. Con la decisione 13936/10, il Consiglio ha modificato l’art. 15 della Direttiva 2008/9/EC, rendendo la proroga efficace con effetto retroattivo dal 1° ottobre 2010. L’Agenzia delle Entrate, nel recepire la proroga, dovrebbe prevedere per i contribuenti che abbiano presentato l’istanza nei termini, la possibilità di inviare, entro il 31 marzo 2011, un’istanza integrativa che recepisca anche eventuali ulteriori fatture.

Spese di ospitalità verso i sindaci: prevale il principio di inerenza (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-19 - Non sono di rappresentanza le spese di ospitalità offerte dalla società ai componenti dell’organo di controllo durante le verifiche, in quanto non avendo finalità promozionale o di pubbliche relazioni sono prive di una delle tre caratteristiche necessarie per qualificarle tra quelle di rappresentanza. La loro deduzione dal reddito d’impresa e la detrazione dell’Iva dipende dal principio generale di inerenza, previsto dall’art. 109 del Tuir e rispettivamente, dall’art. 19, c.1 del DPR 633/1972.

Istanza di rateizzazione sul debito iscritto a ruolo: il contribuente ha diritto all’informazione e la facoltà di opporsi al diniego del giudice
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-18 - Il contribuente che presenta all’agente della riscossione l’istanza di rateizzazione del pagamento del debito iscritto a ruolo ha diritto ad essere informato sull’esito di tale istanza. Il procedimento avviato con la domanda di dilazione del debito deve obbligatoriamente concludersi con un provvedimento finale, che deve essere notificato entro i 90 giorni dalla data in cui è stata presentata l’istanza, a prescindere dal fatto che venga accolta o meno. Nel caso in cui il contribuente riceva un provvedimento finale di rigetto, ha la facoltà di ricorrere al giudice tributario per opporsi al diniego di rateizzazione del pagamento del debito iscritto a ruolo. Questo è quanto indicato nella guida di Equitalia, realizzata in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili.

Iva agevolata al 10% sui consumi di gas metano per cooperative di abitanti e condomini (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-18 - L’Iva agevolata al 10% per la fornitura di gas metano a uso civile nei confronti di condomini e cooperative, si applica fino al tetto massimo di 480 metri cubi annui misurato sui consumi energetici di ogni appartamento e non dell’intero edificio. Qualora il calcolo sia stato effettuato diversamente, l’utente potrà chiedere al gestore del servizio il rimborso della differenza d’imposta. Il gestore, a sua volta, potrà chiedere il rimborso al fisco, entro 2 anni dal pagamento dell’imposta, dimostrando di avere restituito il tributo all’utente. Questi sono i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n. 108/E del 15 ottobre 2010.

Ocse: la nuova frontiera al servizio del contribuente (Fonte: Fisco Oggi)

2010-10-18 - Si è concluso il 15 ottobre 2010 a Roma “la Tre giorni di lavoro” del sottogruppo dedicato ai Servizi ai contribuenti, costituito nell’ambito del Forum sulle Amministrazioni fiscali dell’Ocse. Al centro dell’incontro, che ha coinvolto più di 50 delegati provenienti dalle Amministrazioni fiscali di oltre 25 stati, le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, in particolare il mondo dei social network, le problematiche legate all’utilizzo dei servizi on line e soprattutto le modalità di autenticazione e gestione della sicurezza per l’utenza. Gli argomenti saranno al centro di ulteriori approfondimenti da parte dell’Ocse che pubblicherà i risultati negli appositi report e metà dell’anno prossimo.

Tfr di settembre a quota 2,06% (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-10-18 - A settembre 2010 il coefficiente di rivalutazione del trattamento di fine rapporto (Tfr) accantonato al 31 dicembre 2009 è pari a 2,063881. L’indice dei prezzi al consumo calcolato dall’Istituto nazionale di statistica, con esclusione del prezzo dei tabacchi lavorati, è, invece, al valore di 137,5. Secondo quanto stabilito dall’art. 2120 del codice civile il Tfr accantonato al termine di ogni anno deve essere rivalutato mensilmente, partendo dall’indice dei prezzi al consumo.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net