Questo sito contribuisce alla audience di

News Fiscali della Settimana

Le news fiscali della settimana dal 08 al 12 Novembre 2010

Il consueto sguardo alle news fiscali più importanti della settimana appena trascorsa

Deducibili i costi del subappalto pluriennale (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-12 - Con la Risoluzione n. 117/E del 5 novembre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha affermato che i corrispettivi liquidati in via provvisoria dall’appaltatore al subappaltatore, a fronte di Sal (Stato avanzamento lavori) che non comportino l’accettazione dell’opera, possono considerarsi ricavi per l’appaltatore e, di conseguenza, costi fiscalmente rilevanti per il committente, in quanto concorrono alla valutazione delle rimanenze di opere pluriennali. Con questa precisazione, la valutazione fiscale dei lavori in corso su ordinazione con il criterio della percentuale di completamento coincide con quella prevista civilisticamente dai principi contabili.

Finanziaria 2011: imposta sostitutiva per i leasing (Fonte: Italia Oggi)

2010-11-12 - Nel maxiemendamento al disegno di Legge della stabilità economica presentato mercoledì, 10 novembre 2010, dal Governo alla Commissione bilancio della Camera sono previste alcune novità fiscali. In particolare, è stata introdotta una imposta sostitutiva delle ipotecarie e catastali per i contratti di leasing immobiliare in essere al 1° gennaio 2011, che dovrà essere versata entro il 31 marzo 2011. In sede di riscatto del leasing le imposte indirette saranno dovute in misura fissa.

Finanziaria 2011: le regole per il contratto di produttività (Fonte: Italia Oggi)

2010-11-12 - Il contratto di produttività, previsto dalla manovra estiva 2010, incentiva il ricorso al salario di produttività aziendale con il riconoscimento di uno sconto fiscale ai lavoratori (imposta sostitutiva IRPEF al 10%) e uno sconto contributivo sia ai lavoratori (100%) che ai datori di lavoro (25%). L’incentivo fiscale sarà riconosciuto fino a un massimo di 6.000 euro di retribuzione a favore dei lavoratori con reddito, nel 2010, non superiore a 40.000 euro. La novità è contenuta nel maxiemendamento al disegno di Legge della stabilità economica del 10 novembre 2010, che definisce le regole e le risorse dell’incentivo fiscale introdotto dalla manovra 2010.

Studi di settore: arriva il software anticrisi per ogni contribuente (Fonte: Fisco Oggi)

2010-11-12 - È disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate il software “Segnalazioni studi di settore Unico 2010” che consente ai contribuenti e agli intermediari di comunicare all’Agenzia le informazioni e gli elementi in grado di giustificare le situazioni di non congruità, non normalità o non coerenza derivanti dall’applicazione degli studi di settore per il 2009, oltre all’indicazione in dichiarazione di cause di inapplicabilità o di esclusione. La trasmissione delle segnalazioni potrà essere effettuata a partire dal 15 novembre prossimo e fino al 31 gennaio 2011.

Collegato lavoro: la giusta causa entra negli accordi
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-11 - Sul Supplemento ordinario n. 243 in allegato alla Gazzetta Ufficiale n. 243 del 9 novembre 2010, è stata pubblicata la Legge n. 183 del 4 novembre 2010 (c.d. “Il Collegato lavoro”). Si ricorda che le novità previste dal Collegato oggi Legge, avranno effetto giuridico a decorrere dalla data del 24 novembre 2010, ovvero trascorsi 15 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale della norma in esame. La novità più rilevante riguarda le tipizzazioni di giusta causa e giustificato motivo di licenziamento che potranno essere contenute nei contratti collettivi e nei contratti individuali certificati.

Incidente ferroviario di Viareggio: riprendono i versamenti e gli adempimenti fiscali (Fonte: Fisco Oggi)

2010-11-11 - Con l’ordinanza n. 3834/2009, la Presidenza del Consiglio dei ministri aveva sospeso i versamenti e gli adempimenti fiscali dal 29 giugno 2009 al 31 dicembre 2010, per i contribuenti residenti nel comune di Viareggio gravemente danneggiati dal disastro ferroviario nel 2009. Ora, con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 9 novembre 2010 sono state definite le modalità di ripresa degli adempimenti fiscali a decorrere dal mese di gennaio 2011. In particolare, i soggetti che avrebbero dovuto presentare le dichiarazioni fiscali nei termini compresi nel periodo di sospensione, devono assolvere tali adempimenti entro la data del 31 gennaio 2011. Entro la stessa data gli stessi dovranno effettuare gli altri adempimenti connessi alle imposte.

Redditometro sotto scacco con i guadagni della moglie secondo la Ctp di Isernia (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-11 - Con la sentenza n. 134/2/10, la Commissione tributaria provinciale di Isernia ha stabilito che, nel caso di accertamento sintetico da redditometro, il contributo finanziario fornito dalla moglie e dagli altri componenti della famiglia sono prove utili a dimostrare la compatibilità della capacità contributiva con le spese sostenute per esigenze famigliari e, quindi, a neutralizzare la pretesa del fisco. La Ctp di Isernia, che ha accolto il ricorso del contribuente, ha ritenuto imprecisi e contradditori gli elementi su cui si fonda l’accertamento impugnato, giudicandolo privo di valenza induttiva per determinare la diversa capacità contribuente del ricorrente.

Tremonti-ter: il bonus non si estende all’investimento comune (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-11 - La Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate della Lombardia, in sede di risposta all’interpello prot. 46799 del 7 giugno scorso, in merito all’accesso al bonus Tremonti-ter ha affermato che non beneficiano della detassazione dal reddito d’impresa, in misura pari al 50%, gli investimenti “indispensabili” realizzati entro il 30 giugno scorso da una società nell’ambito di un progetto unitario che ha interessato più imprese, laddove essi non rientrino nella divisione 28 della tabella Ateco. In sostanza, gli impianti accessori (extra divisione 28 della tabella Ateco) sono agevolabili, se indispensabili, solo nel caso in cui l’intervento complessivo sia realizzato da un’unica impresa.

Acconto Ires 2010 alla prova degli interessi passivi indeducibili
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-10 - Entro il prossimo 30 novembre scade il termine per il versamento del secondo acconto 2010 che riguarda la quasi totalità dei contribuenti. Come noto, l’ammontare dell’acconto dovuto va determinato utilizzando, alternativamente, il metodo storico o il metodo previsionale. I soggetti IRES che intendono usufruire del metodo previsionale per il secondo acconto devono procedere al calcolo della quota di oneri finanziari del 2010 indeducibili in base a quanto previsto dall’art. 96 del TUIR. A supportare il lavoro delle imprese è stata predisposta dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Torino una procedura per individuare la quota indeducibile degli interessi passivi.

Il modello 770 mensile: oltre alla dichiarazione mensile l’invio della denuncia annuale (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-10 - L’Agenzia delle Entrate ha illustrato ieri alle associazioni delle imprese e ai consulenti del lavoro il nuovo modello 770 mensile che, secondo il calendario ufficiale dovrebbe debuttare il 1° gennaio 2011. Il nuovo adempimento consiste nel dover comunicare mensilmente da parte dei datori di lavoro tutti i dati relativi ai redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati. Oltre al modello 770 mensile i datori di lavoro dovranno effettuare anche una denuncia annuale e soltanto con l’invio di quest’ultima si avrà il perfezionamento della nuova “dichiarazione”.

Modelli identificativi Iva: debutta sul sito dell’Agenzia la versione in inglese (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-10 - Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili i modelli identificativi Iva AA5/6 e ANR/3 e le relative istruzioni in versione in lingua inglese. Il primo modello deve essere utilizzato dai soggetti diversi dalle persone fisiche non obbligati alla dichiarazione di inizio attività per richiedere l’attribuzione del numero di codice fiscale e per comunicare l’avvenuta estinzione, fusione, concentrazione, trasformazione ed estinzione. Il modello ANR/3 deve essere, invece, utilizzato per l’identificazione diretta da parte dei soggetti non residenti, che esercitano attività di impresa, arte o professione in altro Stato della Comunità europea o in un Paese terzo con il quale esistono strumenti di reciproca assistenza in materia di imposizione indiretta, e che hanno intenzione di effettuare nel nostro Paese operazioni rilevanti ai fini Iva, assolvendo gli obblighi ed esercitando i diritti direttamente.

Vietata la compensazione dei crediti erariali con i debiti erariali iscritti a ruolo
(Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-10 - Il D. L. 78/2010 ha previsto che, a decorrere dal 1° gennaio 2011, la compensazione dei crediti erariali è vietata in presenza di debiti erariali e relativi accessori iscritti a ruolo, di ammontare superiore a 1.500 euro, per i quali è scaduto il termine di pagamento, ossia sono trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella. Nel caso in cui non si rispetti tale divieto la norma prevede l’applicazione di una sanzione pari al 50% dell’importo dei debiti iscritti a ruolo, fino all’ammontare degli importi indebitamente compensati.

Il modello 770 mensile viaggia verso una nuova proroga (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-09 - La Legge Finanziaria per il 2008 ha introdotto l’obbligo da parte dei datori di lavoro di trasmettere il modello 770 mensile, per far conoscere ogni 30 giorni all’amministrazione finanziaria i dati sulle ritenute fiscali dei lavoratori. Il debutto iniziale era previsto per il 1° gennaio 2009, ma è stato prorogato per il prossimo 1° gennaio. Tuttavia, il nuovo modello 770 mensile non è ancora stato predisposto e, di conseguenza, non sembrano esserci i tempi tecnici adeguati per il periodo di rodaggio, che dovrebbe durare almeno 6-8 mesi.

Lotta all’evasione fiscale: linea dura per le società che hanno rapporti con i Paesi Black list (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-09 - Al fine di contrastare l’evasione fiscale, da qualche settimana, la Guardia di Finanza sta intensificando, attraverso un questionario, il monitoraggio sulle aziende di “medie” e “rilevanti” dimensioni con interessi economici all’estero. In particolare, il monitoraggio parte dalle aziende che hanno rapporti con imprese e professionisti domiciliati in Paesi Black list e detengono partecipazioni in società “CFC” insediate in territori che beneficiano di regimi fiscali privilegiati. Le risposte al questionario vanno trasmesse al Fisco entro 45 giorni dall’invio dello questionario stesso.

L’Inps rinnova il sito web e la pratica on line diventa la regola (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-09 - Per rendere ancora più semplice il rapporto con il cittadino, l’Inps ha rinnovato completamente il suo sito web. A partire dal 2011 le richieste all’Inps potranno essere effettuate solo via internet: non sarà più possibile quindi rivolgersi allo sportello per la richiesta dell’indennità di disoccupazione, dell’iscrizione dei lavoratori domestici, dell’iscrizione alla gestione separata da parte dei collaboratori. Cambiano le regole anche per le aziende che dovranno utilizzare solo la via telematica per l’iscrizione e la richiesta di variazione dei lavoratori dipendenti.

Vietata la compensazione dei crediti erariali con i debiti erariali iscritti a ruolo (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-09 - Il D. L. 78/2010 ha previsto che, a decorrere dal 1° gennaio 2011, la compensazione dei crediti erariali è vietata in presenza di debiti erariali e relativi accessori iscritti a ruolo, di ammontare superiore a 1.500 euro, per i quali è scaduto il termine di pagamento, ossia sono trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella. Nel caso in cui non si rispetti tale divieto la norma prevede l’applicazione di una sanzione pari al 50% dell’importo dei debiti iscritti a ruolo, fino all’ammontare degli importi indebitamente compensati.

Dichiarazione annuale Iva: individuato il momento “consumativo” per il reato di omesso versamento dell’Iva (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-08 - Con la sentenza n. 38619 del 3 novembre 2010, la Corte di Cassazione interviene sul momento “consumativo” del reato previsto dall’art. 10 del D.Lgs. 74/2000 relativo all’omesso versamento dell’Iva risultante dalla dichiarazione annuale. In base a tale articolo, chiunque non versi l’Iva dovuta in base alla dichiarazione annuale, per importi superiori a 50mila euro è punito con la reclusione da sei mesi a due anni. Il momento “consumativo” del reato è individuato alla scadenza del termine previsto per il versamento dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo, ovvero al 27 dicembre dell’anno successivo a quello per il quale è stata presentata la dichiarazione.

Finanziamenti agli Enti bilaterali: la riscossione passa per l’Inps (Fonte: Fisco Oggi)

2010-11-08 - Con le Risoluzioni n. 95/E, 99/E e 100/E, del 7 ottobre 2010, l’Agenzia delle Entrate ha istituito tre nuove causali contributo per permettere ai datori di lavoro il versamento, mediante modello F24, dei contributi dovuti per il finanziamento degli Enti bilaterali. Entrano rispettivamente in scena: EST1 (versamenti a favore dell’Ente bilaterale di assistenza sanitaria integrativa per il personale dipendente delle aziende del commercio, del turismo e dei servizi), CIFE (Ente bilaterale nazionale Settore privato) ed EBUC (Ente bilaterale Unci Confsal). Sul sito dell’Istituto di previdenza, sono stati pubblicati i testi delle convenzioni con validità triennale, che regolano l’erogazione del servizio affidato all’Inps e spiegano come compilare il modulo telematico.

Il subappalto pluriennale ritrova lo sconto (Fonte: Fisco Oggi)

2010-11-08 - Con la Risoluzione n. 117/E del 5 novembre, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta a integrare quanto affermato con la precedente Risoluzione n. 260/E del 2009. Con quest’ultima era stato affermato che i corrispettivi liquidati in via provvisoria dall’appaltatore al subappaltatore, a fronte di Sal (Stato avanzamento lavori) che non comportano l’accettazione dell’opera, non possono considerarsi ricavi per l’appaltatore e, di conseguenza, costi fiscalmente rilevanti per il committente. Con la Risoluzione n. 117/E è stato invece affermato che relativamente ai lavori subappaltati, siano applicabili le disposizioni dell’art. 93 del TUIR e di conseguenza, i compensi “provvisori” pagati dall’appaltatore che partecipano alla valutazione delle rimanenze di opere ultrannuali, sono fiscalmente deducibili.

Impronta digitale: come comunicarla all’Agenzia e conservare i documenti fiscali nell’archivio informatico (Fonte: Il Sole 24 Ore)

2010-11-08 - Con il Provvedimento del 25 ottobre 2010, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato le disposizioni attuative relative alla comunicazione dell’impronta digitale dell’archivio informatico dei documenti rilevanti ai fini tributari, con riferimento ai periodi d’imposta 2010 e precedenti. Tale comunicazione deve essere inviata esclusivamente tramite il canale telematico Entratel o Fisconline, entro gennaio 2012. Si ricorda che, in virtù di quanto disposto dal D.M. 23 gennaio 2004 sulle modalità di assolvimento degli obblighi fiscali per i documenti informatici e la loro riproduzione su diversi tipi di supporto, le aziende possono distruggere fatture e altra documentazione cartacea dopo averla memorizzata su un supporto informatico, a condizione che generino l’impronta digitale.

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net