Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Abitazione principale

Domanda

Spett.le Guida, sono un lavoratore dipendente cd “bamboccione” perché precario. Proprietario di un piccolo immobile di 50 mq che i miei genitori a suo tempo acquistarono per me, regolarmente locato a terzi. Ora sono in procinto di trasferirmi in un'altra città e di acquistare un piccolo immobile da adibire ad abitazione principale e trasferirci la residenza. La domanda è questa: il secondo immobile sarà la mia vera ed unica prima casa ed abitazione principale (considerando che a tutt'oggi sono a casa dei miei genitori), su questo immobile posso usufruire di tutte le agevolazioni e/o detrazioni per la prima casa o abitazione principale? Le chiedo questo perché sull'immobile di mia proprietà e locato attualmente non godo di nessuna agevolazione fiscale perché locato ed inoltre il canone di locazione lo percepiscono i miei genitori ed io ci pago le tasse! Grazie, GABRIELE

Risposta

Gentile Utente,
per poter godere delle agevolazioni e detrazioni per abitazioni principale è necessario che la stessa sia considerata dimora abituale sua o di un suo familiare.
E' considerato "familiare" il coniuge (anche separato, ma non divorziato), i parenti entro il terzo grado e gli affini (cioè i parenti del coniuge) entro il secondo grado.
L'abitazione principale coincide generalmente con la residenza anagrafica.
Ciao e grazie per la domanda

Roberto Pagano
www.lacontabilitaonline.net

gabriele - 10 anni e 11 mesi fa
Registrati per commentare