Questo sito contribuisce alla audience di

Mal di cuore.

Il nesso causale tra eventi diversi può essere dedotto da osservazioni sperimentali non corrette. Un problema assai comune nelle scienze sperimentali è quello di valutare nelle analisi statistiche gruppi che siano sotto ogni aspetto in analoghe condizioni sperimentali.

Un celebre cardiologo, nel corso delle sue ricerche sull’origine delle malattie cardiache, mise a confronto due gruppi di operai tutti dello stesso paese dell’Italia meridionale.
Il primo gruppo risiedeva nel paese di origine, mentre il secondo considerava operai emigrati da molti anni a Chicago.
L’illustre scienziato trovo che tra gli operai di Chicago le malattie di cuore erano più frequenti.
Notò inoltre che gli operai dell’Italia Meridionale condiscono i loro cibi con olio di oliva, mentre a Chicago l’olio di oliva non viene usato. La conclusione dello studio fu che l’olio di oliva aiuta e prevenire le malattie cardiache.
Tutto corretto nel ragionamento?
Ma è lecito dedurre una connessione causale tra due eventi (l’uso dell’olio di oliva , mino incidenza delle malattie cardiache) che si trovano associati in un solo esperimento? Quale garanzia esiste che i due gruppi confrontati siano nelle stesse identiche condizioni eccetto che per l’impiego di olio di oliva? (tipo di lavoro, inquinamento atmosferico, stress, ecc.).
Da un punto di vista più sistematico possiamo dire che il comparire simultaneo di A e B, non giustifica la conclusione che A è causa di B. Perché non considerare infatti B come causa di A, oppure A e B causa comune di un terzo evento C? E’ da notare inoltre che se anche si fosse dimostrato che A e B si verificano sempre associati insieme questo non sarebbe sufficiente a dimostrare l’esistenza di un legame causale tra loro. Basta pensare al giorno che non è causa della notte che comunque precede invariabilmente. Noi possiamo affermare che A e causa di B quando, prodotto intenzionalmente in un determinato sistema l’evento A, B ne segue invariabilmente e questo senza che contemporaneamente avvengano nel sistema altri cambiamenti incontrollati che altrimenti potrebbero essere la vera causa di B.
Ricordate queste considerazioni quando leggerete durante l’estate le tante inchieste e sondaggi tesi a dimostrare correlazioni e legami anche dove esistono ragionevoli dubbi di trovarle.
(Vedi Esercizi e problemi di Fisica, M. Ageno, Veschi editore)

Ultimi interventi

Vedi tutti