Questo sito contribuisce alla audience di

SCIENZA E PACE. Paradigmi e pratiche a confronto

In occasione della "Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo" indetta da UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura), il Centro Nazionale di Ricerca dell'INFM S3

In occasione della “Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo”
indetta da UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la
Scienza e la Cultura), il Centro Nazionale di Ricerca dell’INFM S3
(nanoStructures and bioSystems at Surfaces) di Modena e l’associazione Sciresp
(Scienziate/i responsabili) di Bologna organizzano, in collaborazione con
l’Universita’ di Modena e Reggio Emilia, un workshop scientifico dal titolo:
“SCIENZA E PACE. Paradigmi e pratiche a confronto”.
I lavori si svolgeranno a Modena presso il Dipartimento di Fisica
dell’Università’ di Modena e Reggio Emilia, via G. Campi 213/A, Lunedì 10
Novembre a partire dalle ore 14.00.

Coordinera’ l’incontro Silvye Coyaud, giornalista.
Terranno le relazioni principali i docenti Vincenzo Balzani (Univ. Di Bologna),
Maria Grazia Betti (Univ. La Sapienza, Roma) e Daniel Amit (Univ. La Sapienza,
Roma e Hebrew University, Gerusalemme).
Seguiranno interventi di ricercatori provenienti da università, enti di
ricerca e industria, e una discussione sui temi emersi.

Il workshop e’ pubblico ed e auspicata la partecipazione di tutti coloro che,
per motivi professionali e culturali, sono interessati a meglio comprendere la
relazione fra scienza e complesso militare, politico, economico. E’ infatti
impossibile eludere che “…parlando di scienza e di pace si parla anche,
inevitabilmente, di politica, di economia, di geografia, poverta’ e di
ricchezza, di problemi ambientali, di fame e di siccità, di energia, di armi,
di educazione, di informazione e di altro ancora” (V. Balzani).

L’incontro avviene in un contesto generale che vede tornare a crescere i
finanziamenti verso la ricerca scientifica finalizzata a scopi militari e dove
il confine fra usi civili e militari tende a svanire.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per
l’UNESCO.

Ulteriori informazioni possono essere richieste a:

Stefano Ossicini (ossicini.stefano@unimore.it) (059-2055291; 0522-522613),
Marco Cervino (m.cervino@isac.cnr.it),
Stefano Corradini (corradini.stefano@unimo.it)
e ottenute anche visitando i siti internet www.bo.cnr.it/www-sciresp/ e
www.s3.infm.it (da cui e’ consultabile il pieghevole dell’evento).

Ultimi interventi

Vedi tutti