Questo sito contribuisce alla audience di

Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire

Voglio raccontare due emblematici episodi, simili tra loro, ma completamente differenti per l’epilogo.

Una donna di 59 anni, diabetica di tipo 2 o alimentare, è seguita da un diabetologo che le prescrive la terapia ipoglicemizzante.
Per le persone che presentano questo tipo di problema di salute è infatti molto importante il controllo glicemico, perché il loro organismo non è in grado di smaltire da solo e in modo sufficiente lo zucchero che essi assumono mangiando i carboidrati. [….]
Su insistenza del figlio la signora comincia a mangiare in Zona e in meno di due settimane registra già un netto miglioramento della sua glicemia. […]
Dopo un mese c’è il solito controllo di routine. La signora si reca dal suo dottore che constata un ulteriore miglioramento glicemico che impone una nuova riduzione della terapia. […]
Al momento del pagamento della parcella, il professionista esclama:” Oh, no, signora. Non ne parliamo neanche! Questa volta dovrei essere io a pagare lei, perché mi ha fatto conoscere un metodo che voglio approfondire perché lo ritengo molto interessante.”

Altra storia.

Vicenda parallela. Diabetica di tipo 2. Terapia ipoglicemizzante. Incontro con la Zona e corretta applicazione del metodo. […]
La dottoressa è letteralmente stupefatta. In tutto il tempo condiviso con la sua paziente non aveva mai visto un miglioramento tanto importante. […]
Lo stupore ammirato per gli esami ematologici vistosamente migliorati lasciava il posto all’invettiva: “Fa la Zona? Ma lo sa, lei, che è un’irresponsabile?! Lo sa il rischio che corre? La Zona fa male! E’ iperproteica ecc. ecc.”.
La signora rimane impietrita, impaurita e sconcertata.
“Come è possibile che mi faccia male se gli esami del sangue dicono il contrario?” pensa tra sé e sé.
Ma non ha il coraggio di replicare ed esce dallo studio frastornata e confusa.
Si consulta con chi conosce la Zona sicuramente molto meglio della sua diabetologa e decide di dare credito ai suoi esami del sangue e alle sue sensazioni di benessere e di energia che le hanno ulteriormente migliorato la qualità della vita.

Che dire? A volte gli esempi spiegano più delle parole.

Gigliola Braga

Per il testo completo potete visitare questo link

Potete commentare questo articolo nel Forum di BBhomePage in questo link

Link Enerzona:

Enezona.it
Zona Italia della Dott.sa Braga
Eicos.it - Il Software per la Vostra Dieta a Zona

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti