Questo sito contribuisce alla audience di

I fitoestrogeni in menopausa rinforzano il sistema immunitario e proteggono il DNA

Il trattamento mediante integratori a base di isoflavoni o latte di soia è in grado di modulare la popolazione delle cellule B e sembra avere una funzione protettiva contro i danni al DNA.

Nelle donne in postmenopausa, l’attività del sistema immunitario può essere compromessa a causa dell’invecchiamento e della diminuzione della concentrazione di estrogeni, ormoni che hanno anche azione immunomodulante.

E’ stato quindi realizzato uno studio che si è proposto di valutare se gli isoflavoni - fitoderivati con proprietà estrogeniche e antiossidanti - possono migliorare la risposta immunitaria della donna in questa fase della vita.

In particolare, si sono valutati gli effetti degli isoflavoni derivanti dalla soia, sia come latte di soia che come integratori, sugli indicatori immunitari e di stress ossidativo in donne in postmenopausa.

Un gruppo di 52 donne, di età compresa tra 50 e i 65 anni, ha partecipato allo studio, della durata di 16 settimane, condotto in doppio cieco, randomizzato e controllato con placebo.
Le partecipanti sono state assegnate casualmente ad uno di questi tre gruppi:
- uno di controllo, dove venivano somministrati ml 706 di latte di mucca e un integratore placebo;
- uno dove si utilizzavano mg 71.6 di isoflavoni di soia contenuti in ml 706 di latte di soia più un integratore placebo;
- uno dove si somministrava un integratore che conteneva mg 70 di isoflavoni e ml 706 di latte di mucca.

Sono state misurate le concentrazioni plasmatiche e urinarie di alcuni parametri immunitari all’inizio dello studio e dopo 16 settimane di trattamento. In particolare è stata valutata la concentrazione della sottopopolazione linfocitaria, la produzione di citochine e markers di infiammazione e danno ossidativo.

Dai risultati si è visto che gli isoflavoni hanno determinato un aumento della popolazione delle cellule B e una diminuzione di concentrazione di un marker ossidativo di danno del DNA.

In conclusione, si è evidenziato che il trattamento con isoflavoni della soia mediante integratori alimentari o latte di soia è in grado di modulare la popolazione delle cellule B e sembra avere una funzione protettiva contro i danni al DNA in donne in postmenopausa.

Ryan-Borchers TA et al. “Soy isoflavones modulate immune function in healthy postmenopausal women” Am J Clin Nutr. 2006 May;83(5):1118-25.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida