Questo sito contribuisce alla audience di

Le proprietà curative dell'aloe vera

Tutto su Aloe barbadensis Miller, più conosciuta come aloe vera: effetti sulla salute, controindicazioni e prodotti migliori.

proprietà aloe vera

L’aloe vera (Aloe barbadensis Miller) è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Liliacee e che dall’Africa, continente di origine, si è diffusa in molte altre regioni della Terra.

Le sue virtù sono note fin dall’antichità presso diverse culture (Maya, Indiani d’America, Egizi, Romani, Greci, Babilonesi ecc.).

Dalla lavorazione dell’aloe vera si ottengono due diversi estratti, il gel e il succo condensato, entrambi utilizzati per la produzione di rimedi salutistici e fitoterapici.

Il gel mucillaginoso si estrae dalla parte centrale della foglia dell’aloe. I suoi principi attivi sono numerosi e comprendono polisaccaridi (come l’acemannano), lectine (quali l’aloctina A), acidi organici (tra cui l’acido cinnamico), enzimi, amminoacidi, vitamine e minerali. Altri costituenti, quali i glucosidi antrachinonici (come l’aloina), vengono di norma eliminati mediante la lavorazione manuale.

Il gel dell’aloe vera ha riconosciute proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti e cicatrizzanti, che lo rendono utile anche per via esterna.

Salvo nei casi di specifiche ipersensibilità, l’uso del gel di aloe vera non ha controindicazioni, a patto che il materiale di partenza sia stato attentamente de-aloinato. In caso contrario, può irritare le mucose del tratto digerente.

Il gel può comunque interagire, nel senso di un rafforzamento degli effetti, con alcuni farmaci usati per la cura del diabete e, per via esterna, con l’idrocortisone acetato.

CONTINUA LA LETTURA DELL’ARTICOLO SULL’ALOE VERA.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida