Questo sito contribuisce alla audience di

Essiac: è pericoloso o è solo allarmismo?

In queste settimane, l'Essiac, la nota preparazione a base di erbe usata in tutto il mondo per le sue supposte virtù antitumorali, è al centro di aspre polemiche...

L’Essiac, la famosa preparazione a base di quattro erbe (acetosella, bardana, corteccia d’olmo e rabarbaro indiano) della tribù indiana degli Ojibway, riscoperta negli anni ‘20 dall’infermiera canadese Rene Caisse e utilizzata in tutto il mondo per le sue supposte proprietà antitumorali, è in queste settimane al centro di un’aspra polemica.

Da una parte il Centro di Medicina Naturale di Empoli del dr. Firenzuoli, medico esperto in fitoterapia, dall’altra la Nutrigea, l’azienda di prodotti naturali che in Italia importa e distribuisce l’Essiac.

Riportiamo di seguito le posizioni delle due parti (commenti tratti dal giornale on line Nove da Firenze).

“Alla luce del grande ricorso a rimedi naturali da parte dei malati oncologici, si assiste anche nel nostro Paese ad un consumo sempre maggiore di questa tisana - ha sottolineato il dottor Fabio Firenzuoli - facendo unicamente riferimento a messaggi pubblicitari presi da internet o da pubblicazioni divulgative. Cosa dice invece la scienza? Nessuna prova di efficacia. Non solo mancano prove cliniche di utilità o prove di attività antitumorale, ma è dimostrato che non serve neppure a migliorare la qualità della vita dei pazienti e, cosa particolarmente grave, sperimentalmente aumenta la crescita di cellule di tumore al seno. Cioè, l’esatto contrario di quanto afferma l’uso popolare. I dati ad oggi disponibili dicono che non serve e addirittura che la sua assunzione diventa rischiosa proprio per le pazienti affette da tumore della mammella”.

Nutrigea risponde alle accuse del dr. Firenzuoli: “Il dr. Firenzuoli non ha mai svolto studi sull’Essiac, ha solo annunciato di volerne svolgerne uno. La valutazione negativa che ha diffuso così ampiamente su tutti i media si basa solo su 1 studio in vitro, a cui si contrappongono, oltre che 80 anni di uso positivo dell’Essiac in tutto il mondo, altri 2 studi in vitro, e diversi altri studi in vivo, che dimostrano esattamente il contrario, ovvero che l’Essiac è efficace e assolutamente privo di qualsiasi effetto dannoso. Non solo, ma lo stesso studio in vitro utilizzato dal dr. Fiorentini afferma che, a dosaggi più alti, l’Essiac inibisce la replicazione tumorale! E l’altro studio citato dal dr. Firenzuoli addirittura afferma che, nei partecipanti allo studio l’Essiac è solo un indicatore del disagio fisico, e non la sua causa; mentre le stesse donne intervistate nello studio hanno in maggioranza asserito di avere tratto beneficio dalla tisana. Dunque, se speculazione c’è, è quella messa in atto in maniera superficiale e irresponsabile dal dr. Firenzuoli, che a questo punto dovrebbe spiegare se, al di là delle dichiarazioni nominali, ha più a cuore la fitoterapia o invece la sua distruzione”.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida