Questo sito contribuisce alla audience di

La passiflora è utile negli stati d'ansia

Oltre che per facilitare il sonno, quest'erba è un valido aiuto in tutti gli stati di eccitazione nervosa.

erbe per l'ansia La passiflora (Passiflora incarnata L.) è una pianta che trova impiego salutistico come ansiolitico, oltre che come induttore del sonno: infatti, calma gli stati di eccitazione nervosa, grazie soprattutto ai flavonoidi che contiene.

La passiflora si trova in commercio in diverse forme, tra cui la tisana, l’estratto idroalcolico (tintura madre) e l’estratto secco titolato e standardizzato in flavonoidi.

Dell’infuso di passiflora, di norma, si sorseggiano 2 o 3 tazze al giorno; per quel che invece riguarda l’estratto idroalcolico, i dosaggi standard sono di 30-50 gocce in poca acqua 2-3 volte al giorno; di estratto secco titolato e standardizzato infine si assumono 200-300 mg un paio di volte al giorno.

La passiflora è un erba officinale che, alle dosi consigliate, non ha controindicazioni e non provoca effetti collaterali né interazioni con farmaci.

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida