Questo sito contribuisce alla audience di

Ginseng asiatico, il più importante dei rimedi naturali contro lo stress

Panax ginseng è un fitoterapico apprezzato da millenni in Oriente per le sue proprietà antistress e antifatica, ormai molto diffuso e impiegato anche da noi.

panax ginseng tonico adattogeno antistress

Avete la necessità di reagire meglio agli stress psicofisici? Vi sembra che il vostro rendimento complessivo non sia più quello di un tempo? Vi sentite stanchi e spossati? Allora il ginseng potrebbe essere il rimedio fitoterapico che fa per voi.

Il ginseng (Panax ginseng C.A. Meyer) è un erba perenne originaria della Cina e della Corea appartenente alla famiglia delle Araliacee.

In questi Paesi e in quelli limitrofi, il ginseng è noto e impiegato da millenni nelle rispettive medicine tradizionali. Se ne adopera la radice, dalle proprietà tonico-adattogene, che esplicano i loro effetti sia sul corpo che sulla mente. Gli effetti del ginseng sono dovuti in primo luogo ad alcuni suoi principi attivi chiamati ginsenosidi (un complesso di saponine triterpeniche).

Il ginseng si rivela quindi un fitoterapico utile principalmente contro stanchezza, astenia e spossatezza, nell’umore depresso e per velocizzare il recupero in convalescenza.

Più in generale, il ginseng funziona da vero e proprio rimedio antistress, dal momento che, analogamente ai suoi più o meno veri “parenti”, il ginseng siberiano (o eleuterococco), il ginseng americano e il ginseng indiano (o ashwagandha), fornisce energie e innalza la soglia individuale di adattamento e quindi la resistenza dell’organismo ai fattori stressanti, migliorando la performance fisica e mentale e tendendo ad armonizzare tutti i processi fisiologici. Si rivela cioè di una sorta di “rivitalizzante” generale.

Per questa azione antifatica e di miglioramento delle prestazioni, si dimostra utile anche in chi pratica attività sportiva.

Ma le virtù salutistiche del ginseng non si fermano qui: quest’erba ha proprietà immunostimolanti, afrodisiache e antimpotenza, estrogenosimili (particolarmente utili in menopausa - vedi Link correlati qui a destra -), ipoglicemizzanti, fluidificanti del sangue. Il ginseng infine può essere efficacemente impiegato per rallentare l’invecchiamento e per contrastare il declino psicofisico legato all’età.

Insomma, si capisce perché la Medicina Tradizionale Cinese utilizzi diffusamente il ginseng da migliaia di anni, considerandolo quasi una panacea (come ci ricorda il nome latino - Panax - del genere a cui il ginseng appartiene).

Attenzione tuttavia agli effetti collaterali del ginseng, nonché alle sue controindicazioni e interazioni con i farmaci: il ginseng infatti può provocare nervosismo e insonnia; non è adatto in chi soffra di ipertensione, in gravidanza, durante l’allattamento e nei bambini; può interagire con anticoagulanti quali la warfarina e alcuni antidepressivi.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida