Questo sito contribuisce alla audience di

Contrastare la depressione stagionale con la fitoterapia

Con il cambio di stagione, l'arrivo del freddo e le giornate che si accorciano il malumore può fare la sua comparsa con facilità. Vediamo che possibilità offre la Natura per ritrovare il sorriso.

rimedi naturali contro la depressione

Arrivano buio, pioggia, freddo e l’umore crolla. Esistono rimedi naturali che possano aiutarci ad affrontare la depressione autunnale? La risposta è affermativa e, tra i tanti prodotti e soluzioni disponibili, le erbe e la fitoterapia fanno proprio la parte del leone.

Tre piante officinali in particolare si sono dimostrate efficaci nel risollevare l’umore: iperico, griffonia e rodiola.

L’iperico o erba di San Giovanni (Hypericum perforatum), impiegata fin dall’antichità, è probabilmente la pianta più efficace e nota per la depressione. Per ulteriori informazioni sull’iperico e le sue interazioni con i farmaci cliccate qui.

La griffonia (Griffonia simplicifolia) è invece una pianta che proviene dalla tradizione africana. La griffonia innalza nell’organismo i livelli di serotonina, un neurotrasmettitore che ha un ruolo importante nella regolazione del tono dell’umore, del senso di fame, del sonno. La griffonia è quindi utile non solo nella depressione, ma anche nell’insonnia, nell’ansia e nei piani di dimagrimento.

La rodiola (Rhodiola rosea) infine è un’erba della tradizione popolare euroasiatica. Anch’essa aumenta la quantità di serotonina nel sangue e quindi trova valido impiego nella depressione e nei cali dell’umore. La rodiola inoltre ha attività adattogena e contrasta dunque stress, affaticamento fisico e mentale e anche ansia.

Al di là delle piante, non si può tuttavia non segnalare che uno stile di vita scorretto apre la strada alla depressione ed è quindi sempre utile, se non necessario, agire in maniera globale sull’organismo, come insegna la naturopatia.

Una cattiva alimentazione, per esempio, ha un ruolo chiave nell’alterare la biochimica cerebrale ed effetti anche molto rilevanti sull’umore. In particolare, è bene evitare tutti i prodotti contenenti zucchero e i carboidrati raffinati (pasta, pane e dolci, innanzitutto): i cali repentini di zuccheri nel sangue, prodotti dall’intervento dell’insulina dopo pasti o spuntini troppo ricchi di carboidrati, provocano un calo del tono dell’umore, oltre a stanchezza, irritabilità e altri disturbi della sfera nervosa.

Infine, praticare un qualunque tipo di attività fisica ha effetti antidepressivi notevoli, ricerche scientifiche alla mano: i benefici dello sport sull’umore si manifestano in maniera decisa dopo soli dieci giorni.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida