Omeopatia e fitoterapia: che differenze ci sono?

C'è ancora un po' di confusione in materia di medicine naturali. In particolare, molti non sanno bene quale sia la differenza tra omeopatia e fitoterapia. Parliamone, allora.

quali sono le differenze tra omeopatia e fitoterapia

La medicina naturale, anche chiamata alternativa o complementare o integrata, ricca com’è di tecniche, pratiche e discipline anche assai diverse tra loro, sembra spesso agli occhi del profano (e non solo) un grande calderone in cui non è sempre facile “separare l’oro dal cobalto” e capire cosa funziona di più, come e perché.

Proviamo a contribuire a chiarire il quadro, perlomeno per quel che riguarda due tra le medicine naturali più diffuse: omeopatia e fitoterapia (quest’ultima argomento principale della nostra Guida su superEva).

L’omeopatia è, insieme all’agopuntura, la più nota e utilizzata tra le medicine naturali. L’omeopatia è stata scoperta due secoli fa da Samuel Hahnemann e, come suggerisce il nome (composto da omòios = simile e pàthos = malattia), si fonda sul principio di similitudine (i simili si curino con i simili, similia similibus curentur). Sulla base di questa “legge dei simili”, l’omeopatia cura le patologie con dosi infinitesimali di quelle stesse sostanze che, nella persona sana e in dosi normali, scatenano la malattia. Nella preparazione dei rimedi omeopatici, queste sostanze patogene vengono estremamente diluite (tanto che le molecole di partenza non sono nemmeno più rintracciabili nel prodotto finale) e il tutto viene dinamizzato, ovvero scosso più e più volte.

I preparati omeopatici sono privi di effetti collaterali e controindicazioni, sono adatti a ogni età e hanno azione non farmacologica, bensì di “segnale”, andando a stimolare le risorse vitali dell’organismo. Proprio per tali caratteristiche, che violano le leggi della chimica e della fisica come le conosciamo e che male si sposano con il pensiero medico moderno, l’omeopatia è fortemente avversata da larghe fasce degli stessi medici, quelli più ortodossi, e denigrata su molti media. La cosa sembra però turbare ben poco i malati, che, preoccupati dai tanti effetti collaterali dei farmaci e alla ricerca di soluzioni più rispettose della salute globale dell’organismo, fanno sempre più largo uso dell’omeopatia.

La fitoterapia invece è la cura delle patologie con principi attivi estratti dalle piante. I rimedi fitoterapici vengono considerati alla stregua di farmaci. Nei fitoterapici è necessario che le sostanze naturali dalla dimostrata attività terapeutica siano ben presenti, in chiave ponderale (almeno nell’ordine dei milligrammi), e quindi questi rimedi non vengono affatto diluiti (e men che meno dinamizzati). Non ci sono quindi molte differenze concettuali tra medicina convenzionale e medicina fitoterapica: il medico esperto in fitoterapia non fa altro che sostituire il farmaco con il prodotto fitoterapico.

Insomma, tra omeopatia e fitoterapia sono più le differenze che le similitudini.

Ancora diversa è la fitoterapia che usano i naturopati, che è più vicina alla tradizione erboristica popolare ed è talvolta anche chiamata fitopratica. In questo caso, i fitoterapici non vengono adoperati come farmaci, per curare il singolo, particolare sintomo, bensì come preparati naturali atti a armonizzare funzioni e apparati del corpo e a enfatizzare le innate potenzialità di autoguarigione, in chiave autenticamente olistica. La fitoterapia naturopatica differisce dalla fitoterapia medica anche perché è poco interessata agli specifici principi attivi estratti dalle erbe, mentre invece valorizza la pianta intera e il concetto di fitocomplesso.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

differenze tra omeopatia e fitoterapia

differenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapiadifferenze tra omeopatia e fitoterapia

Peeplo News

Attualità e Notizie su Peeplo News.

Cercale ora!

Le categorie della guida