Questo sito contribuisce alla audience di

Colesterolo alto persino nei ragazzi: le soluzioni della fitoterapia

Negli Stati Uniti anche i giovanissimi hanno livelli elevati di colesterolo. E da noi? Se pensate che la dieta mediterranea ci metta al sicuro, continuate a leggere. Scoprirete anche quali sono le migliori erbe per abbassare il colesterolo.

rimedi naturali per abbassare il colesterolo1 ragazzino americano su 5 ha già il colesterolo alto. Lo ha annunciato nei giorni scorsi lo U.S. Centers for Disease Control and Prevention.

E’ noto che livelli elevati di colesterolo rappresentano un significativo fattore di rischio di incorrere in malattie cardiovascolari. E che tale fenomeno si verifichi anche tra gli adolescenti rappresenta senza dubbio un segnale preoccupante.

Soprattutto appare grave che siano affetti da ipercolesterolemia non solo i ragazzi in sovrappeso o addirittura francamenti obesi, ma persino una buona percentuale di adolescenti normopeso (nella foto, uno slogan che si ispira ironicamente a quelli utilizzati durante la campagna elettorale dal presidente americano Barack Obama: “La speranza non abbasserà il vostro colesterolo”).

“E chi se ne importa”, dirà qualcuno, “Noi siamo in Italia e abbiamo la dieta mediterranea, che protegge da queste e altre patologie”. Ebbene, preparatevi a una cocente delusione, perché non basta certo vivere in Italia per avere un’alimentazione salutare.

La dieta mediterranea non è più la dieta dell’italiano medio da diversi decenni. L’alimentazione quotidiana dei nostri connazionali infatti si è profondamente modificata nel tempo e oggi è ben più simile a quella di altri paesi che alla nostra originaria.

La dieta mediterranea si basa sui prodotti tipici della nostra nazione e, nello specifico, delle regioni più meridionali (quelle appunto del bacino del Mediterraneo e non certo la Valle d’Aosta): innanzitutto, olio extravergine d’oliva spremuto a freddo, pane e pasta integrali, pesce (soprattutto pesce azzurro), legumi di diverso tipo, grandi quantità di frutta e verdura fresche e di stagione, spezie ed erbe aromatiche (al posto del sale).

La maggior parte di noi non mangia affatto così. Sulle nostre tavole portiamo quasi esclusivamente cibo spazzatura e alimenti raffinati e impoveriti del loro capitale di vitamine, minerali e fibra e per giunta additivati di conservanti, coloranti, addensanti, aromatizzanti e simili sostanze nocive, oltre che di enormi quantità di sale, zucchero e grassi, per impartire un minimo di sapore a cibi che ormai non ne hanno più e che vengono spacciati dalle pubblicità come il meglio per noi e i nostri figli: prodotti da forno carichi di grassi vegetali idrogenati o comunque di pessima qualità (olio di palma, cocco ecc.), pasta e riso raffinati, salumi e formaggi pieni di sale, bibite zuccherate e gasate, dolci e dolciumi di ogni tipo e via discorrendo.

Per riportare i nostri livelli di colesterolo nella norma fisiologica - e, più in generale, per fornire al nostro organismo il giusto carburante per farlo funzionare bene e a lungo - è quindi essenziale ritornare alle nostre origini alimentari e mettere in atto una dieta simile a quella descritta in questo articolo. Senza dimenticare la giusta qualità e quantità di movimento fisico praticato regolarmente, che è davvero imprescindibile.

Se necessario, è poi possibile fare affidamento su numerosi fitoterapici utili a normalizzare i valori di colesterolo nel sangue. Tra i più efficaci, ricordiamo cannella, aglio, carciofo, riso rosso fermentato con Monascus purpureus, di cui si parla nei seguenti articoli:

- Fitoterapia e colesterolo: le virtù della cannella

- Colesterolo, statine e fitoterapia

- Prontuario di fitoterapia: le erbe per ogni disturbo

Molti altri prodotti naturali per il colesterolo sono poi descritti in questi interventi:

- Colesterolo alto e naturopatia

- Cibi contro il colesterolo

- La vitamina C abbassa colesterolo e trigliceridi.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida