Questo sito contribuisce alla audience di

Impotenza e fitoterapia: l'epimedio

L'epimedio è davvero un rimedio naturale in grado di sostituire il Viagra e aiutare l'uomo nella disfunzione erettile? Una ricerca sembra confermarlo.

impotenza fitoterapia rimedi naturali

L’epimedio può aiutare la sessualità maschile quanto Viagra, Cialis, Levitra e altri farmaci simili impiegati nella cura dell’impotenza. E’ ciò che sostiene una recente ricerca italiana, che ha confermato i benefici di questo fitoterapico nella disfunzione erettile.

L’epimedio (Epimedium spp.) è un’erba ben nota in medicina naturale ed è utilizzato da millenni nella medicina tradizionale cinese come afrodisiaco e stimolante della performance sessuale maschile.

I ricercatori italiani hanno verificato che una particolare specie di epimedio (Epimedium brevicornum, volgarmente e significativamente chiamata “Erba della capre in calore”) potrebbe addirittura rappresentare un’alternativa naturale al Viagra nel trattamento dell’impotenza. Questo rimedio fitoterapico sembrerebbe infatti essere efficace quanto la notissima pillola blu, ma con meno effetti collaterali.

Il merito di questa azione migliorativa nei confronti delle disfunzioni erettili da parte dell’epimedio sarebbe da attribuire a un suo principio attivo chiamato icariina, che ha un’azione vasodilatatrice simile a quella di Viagra & C. Come il sildenafil (noto commercialmente appunto come Viagra), il tadalafil (Cialis) e il vardenafil (Levitra), anche l’icariina inibisce l’enzima fosfodiesterasi-5 (PDE5): è proprio l’inibizione di questo enzima che provoca un aumento dell’afflusso di sangue al pene e il miglioramento dell’erezione. L’icariina tuttavia non avrebbe gli effetti collaterali del Viagra, in particolare quelli su cuore e vista.

Va comunque precisato che lo studio in questione è stato effettuato in vitro (ovvero in laboratorio). Nel prossimo futuro sarà necessario verificare l’efficacia dell’epimedio anche con trial clinici.

Nell’attesa, potete prendere visione degli altri integratori fitoterapici ad attività afrodisiaca, utili per migliorare l’erezione e anche per contrastare il calo del desiderio, quali:

- Damiana
- Eleuterococco
- Ginseng asiatico
- Guaranà
- Tribulus terrestris
- Withania somnifera.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Maxell

    22 Aug 2010 - 11:55 - #1
    0 punti
    Up Down

    Il guaranà lo escluderei, pianta tanto decantata in virtù del fatto che essa ha proprietà toniche. Il Guaranà contiene caffeina, e per tale ragione dovrebbe essere bandita, eccità e stimola come fa il normale caffè, e se c’è una disfunzione erettile di tipo ansioso peggioriamo la cosa.
    Direi di finirla di pubblicizzare questo benedetto Guaranà come se fosse un rimedio tonico per tutto, in realtà non è un tonico ma un eccitante come il normale caffé.

    ——————————————-
    Nessuno pubblicizza alcunché. Abbiamo semplicemente citato il guaranà per completezza in un elenco comprendente altre piante.
    Il guaranà, proprio in virtù del suo contenuto in caffeina, è un TONICO-stimolante (cfr. F. Firenzuoli, Le insidie del naturale, Tecniche Nuove - pag. 92). Chissà mai comunque per quale strampalata ragione bisognerebbe bandire tutto ciò che contiene caffeina.
    Cvviamente il guaranà è controindicato in presenza di ansia e ovviamente non è una scelta ammissibile nella disfunzione erettile di tipo ansioso né in circostanze simili, come d’altronde abbiamo già segnalato su queste pagine, cosa di cui si sarebbe accorto anche lei se prima di postare il suo commento avesse cliccato il link relativo al guaranà.
    Dr. Luca Avoledo
    Naturopata

Le categorie della guida