Questo sito contribuisce alla audience di

Ipertensione: la fitoterapia che aiuta

Dal congresso della Società Europea di Ipertensione arrivano notizie preoccupanti: 4 medici su 5 sottovalutano la pressione alta dei loro pazienti. Stile di vita e rimedi naturali possono fare molto.

fitoterapici ipertensione

Una ricerca presentata al ventesimo congresso annuale della Società Europea di Ipertensione (Esh) fornisce notizie preoccupanti: oltre l’80% dei medici sottovaluta la pressione alta dei pazienti, nonostante la riconosciuta pericolosità di questa condizione.

In Europa le patologie provocate dall’ipertensione, tra cui ictus e infarto, colpiscono 4,3 milioni di persone, ma, secondo lo studio in questione, il 50% dei medici ritiene opportuno intervenire in maniera decisa solo quando i valori pressori arrivano a soglie (168/100 mmHg) considerate troppo alte rispetto ai target di pressione fissati dalle linee guida Esh (140/90 mmHg).

A detta di Josep Redon, primario del reparto di Medicina Interna e dell’Unità di Ipertensione del Policlinico di Valencia, “il rischio associato a ipertensione è ben documentato e qualsiasi persona con pressione superiore a 140/90mmHg necessita di trattamento clinico costante per ridurre il rischio cardiovascolare”.

Sano stile di vita, opportuni fitoterapici e altri rimedi naturali possono senz’altro essere utili anche in caso di pressione alta. Ne abbiamo parlato nei seguenti articoli:
- Le piante contro la pressione alta: il biancospino
- Aglio per la pressione? Sì, ma con la vitamina C
- L’insonnia fa male al cuore? Aiutiamoci con la naturopatia
- Intolleranza al sale: come scoprirla e risolverla?
- Il cioccolato abbassa la pressione
- Funghi medicinali giapponesi: immunostimolanti e rivitalizzanti
- L’acido folico nei disturbi cardiovascolari
- La sedentarietà fa invecchiare precocemente
- Aspirina inutile nella prevenzione di infarti e ictus.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida