Questo sito contribuisce alla audience di

Fitoterapia per il fegato: il cardo mariano

Sylibum marianum o, più semplicemente, cardo mariano è un fitoterapico molto efficace in tanti disturbi del fegato, grazie alle sue notevoli proprietà epatoprotettrici.

cardo mariano per la salute del fegato

Il cardo mariano (Sylibum marianum) è un’erba particolarmente utilizzata in medicina naturale e in erboristeria per la salute e il benessere del fegato. Si tratta di una specie vegetale che si rinviene frequentemente allo stato spontaneo anche in Italia, soprattutto sui terreni bene esposti al sole. A scopo salutistico, se ne impiegano sia i fiori - che, volendo essere botanicamente precisi, sono infiorescenze - sia i semi.

Tra i costituenti del cardo mariano più interessanti per le loro proprietà benefiche, un ruolo di spicco spetta ai flavonolignani e, più in particolare, a una miscela di tre principi chiamata silimarina. E’ proprio alla silimarina che si deve l’epatoprotezione esercitata dal cardo mariano e la sua capacità di rivelarsi efficace nelle diverse epatopatie.

Questa sostanza è infatti in grado di velocizzare i fenomeni rigenerativi delle cellule del fegato. La silimarina inoltre protegge questo prezioso organo da diverse tossine (tra cui alcol, farmaci, composti chimici nocivi usati in agricoltura ecc.), contrasta l’infiammazione del fegato, abbassa transaminasi, gamma GT e bilirubina ed è anche un valido antiossidante epatico.

Il cardo mariano è un fitoterapico sicuro e privo di tossicità e non presenta effetti collaterali. La sua assunzione dovrebbe però essere valutata con attenzione nei soggetti con ipertensione, in quanto il cardo mariano contiene alcune sostanze che possono provocare un innalzamento della pressione.

=Vuoi ricevere gratuitamente la newsletter di naturopatia del dr. Avoledo?=

Le informazioni qui riportate sono fornite a scopo puramente divulgativo e non sostituiscono in alcun modo le prescrizioni del medico nè una terapia. Al curatore di queste pagine non può essere attribuita alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso delle stesse diverso da quello meramente informativo.

Le categorie della guida