Questo sito contribuisce alla audience di

Il Giugno Pisano

Nel mese di giugno Pisa offre ai suoi visitatori un gran numero di manifestazioni folkloristiche e popolari da non perdere: Il Palio della Balestra - La Luminara di San Ranieri - La Regata Storica - Il Gioco del Ponte.

Dai siti correlati.

Il Palio della Balestra. E’ un gioco antichissimo. A quanto sembra, già dal 1172 esistevano nel Contado di Pisa le Compagnie di Balestrieri che davano prova della loro abilità nelle piazze cittadine. Oggi il gioco si svolge il primo
sabato di giugno in Piazza XX Settembre (al di là del Ponte di Mezzo). I balestrieri, uno per volta, si siedono a cavalcioni su un pannaccio (panca di legno), alla cui estremità è fissata una balestra da cui parte la freccia alla velocità di 300 Km/h . La freccia deve raggiungere il bersaglio posto a 36 metri di distanza.

La Luminara di San Ranieri. Il 16 giugno sui Lungarni di Pisa si accende la magia della Luminara, fra il Ponte della Cittadella e il Ponte alla Fortezza. Al calar del sole, quando la luce lascia spazio alle tenebre, migliaia di candele e luci illuminano, come in un piccolo paesaggio natalizio, i palazzi e le finestre che si affacciano sugli argini del fiume. Le tenui e flebili fiammelle creano un infinito gioco di riflessi che sembrano scorrere via nelle acque del fiume. align="right">
E’ un evento molto spettacolare che si svolge in onore di San Ranieri, patrono della città. La spettacolare illuminazione dei lungarni è ottenuta grazie alla tremula luce di ben 80.000 candelotti di
cera accesi in bicchieri di vetro detti lampanini, che, fissati su assicelle bianche, sono posti alle finestre dei palazzi e dei portoni creando un suggestivo ed affascinante gioco di luci. Contemporaneamente, sulla superficie dell’Arno, vengono posti dei lumini galleggianti che la corrente trasporta lentamente nel buio, aumentando la suggestione. La manifestazione giunge al suo clou alle ore 23 circa, con il lancio dei fuochi d’artificio dalla Cittadella Vecchia.

La Regata Storica. Anch’essa si svolge nell’ambito dei festeggiamenti per San Ranieri, il giorno 17 giugno. E’ una gara di barche che si svolge controcorrente sull’Arno, su un percorso di 1500 metri che va da Ponte Solferino fin quasi a Ponte alla Fortezza. Le imbarcazioni cinquecentesche portano
colori diversi per rappresentare i quartieri cittadini: Santa Maria (celeste), San Francesco (giallo), San Martino (rosso), Sant’Antonio (verde). Vince chi prende il paliotto della vittoria in cima al pennone sul pontone del traguardo.

Il Gioco del Ponte. E’ questa la manifestazione più celebre. Si svolge nell’ultima domenica del mese, e vede la città di Pisa divisa in due parti: Tramontana (a destra dell’Arno) e Mezzogiorno (a sinistra dell’Arno). Le due squadre avversarie spingono contemporaneamente dalle parti opposte, un pesante carrello sistemato su rotaie al centro del Ponte di Mezzo (da qui prende il nome il gioco). align="right"> Vince chi riesce a fare indietreggiare l’altra squadra diventando così padrona del ponte. La sfida ha inizio intorno alle ore 20, ma già dalle 18 si può assistere al Corteo Storico: oltre 750 figuranti in costumi storici risalenti al Cinquecento Spagnolo, sfilano sui Lungarni pisani, fino ad arrivare al Ponte di Mezzo dove, dopo essersi ritirati nei propri accampamenti, i due rioni nemici si sfidano appunto nel particolare e suggestivo Gioco del Ponte.
I due rioni cittadini corrispondono alle due rive dell’Arno: a sud Mezzogiorno, il grande rione composto dai quartieri S. Antonio, S. Martino, S. Marco, Delfini (Marina di Pisa), Leoni (Porta Fiorentina) e Dragoni (Porta a Mare - S. Pietro); a nord Tramontana, composto dai quartieri S. Maria, S. Francesco, S. Michele, Mattaccini (Porta a Lucca), Satiri (Portanuova) e Calcesane.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti