Questo sito contribuisce alla audience di

ROSAPAEDA

Rosapaeda è il nome d'arte di Antonella Di Domenico, voce tra le più significative ed emozionanti del sud Italia. Cresciuta artisticamente con i Different Stylee, ha dato vita successivamente ad un progetto incentrato su una reinterpretazione del "popolare" in chiave nuova e audace.

Sottosuono Promotion.

Rosapaeda nasce artisticamente nel 1983, fondando una fortunata band di reggae mediterraneo (Different Stylee) con cui inizia anche l’elaborazione dei brani antichi con arrangiamenti moderni. Nel ‘93, al termine di questa esperienza, Rosapaeda dà vita ad un progetto più radicato nella tradizione popolare del Sud Italia, affiancata da Eddi Romano, compositore, pianista, fisarmonicista.

Nell’ottobre ‘97 Rosapaeda è invitata a rappresentare la musica popolare pugliese presso l’ Università italiana a New York, dove si è esibita in due spettacoli di grande successo di critica e di pubblico.

Nel ‘98 si impone all’attenzione di palcoscenici europei (Francia, Germania, Belgio) e pubblica il primo CD, Sun e Sott, che la vede protagonista di numerosi festivals europei.

Lo spettacolo live suggestivo, denso di emozioni, alterna intensi momenti poetici a ritmi scatenati, dove Oriente e Occidente si incontrano fra tammurriate, pizziche e ritmi arabi, coinvolgendo spettatori di ogni età e cultura. Il segreto del successo internazionale di Rosapaeda è dovuto, oltre che alla voce calda e squisitamente popolare, anche alla forte personalità artistica che esprime sul palco, valorizzata ulteriormente dalle capacità espressive e dalla professionalità dei musicisti che l’accompagnano.

align="left">Nel dicembre ‘98 pubblica il secondo CD, dal titolo HREF="http://guide.supereva.it/cgi-bin/sendurl.cgi?ug=/tempo_libero/folklore&pg=tempo_libero&ud==http://guide.supereva.it/folklore/interventi/2003/07/139294.shtml">Facce, prodotto dalla Sottosuono di Bari e distribuito dalla Felmay (Robi Droli). Il CD, composto da dieci brani, usa vari dialetti del Sud Italia (siciliano, calabrese, greco-salentino, napoletano, lucano) e si avvale, oltre che di brani tradizionali reinterpretati, anche di testi e musiche composte oggi specificamente per Rosapaeda. Si tratta quindi di una nuova musica popolare, con armonie e testi che anche quando sono moderni ereditano tutta la carica ed i sentimenti dei brani della tradizione.

Nell’estate ‘99 Rosapaeda vince il primo premio nazionale di World Music “Popolare Network-Musica e Suoni dal Mondo” nell’omonimo festival di Carrara, a pari merito con i Trimuzike, destinato a nuovi artisti che si sono distinti nel campo della musica etnica.

align="right">Ad ottobre 2001 vede la luce il terzo album, intitolato HREF="http://guide.supereva.it/cgi-bin/sendurl.cgi?ug=/tempo_libero/folklore&pg=tempo_libero&ud==http://guide.supereva.it/folklore/interventi/2003/07/139299.shtml">In Forma di Rosa, in cui svariate suggestioni e culture musicali trovano una splendida sintesi nella coinvolgente forma musicale, guidata dalla voce di Rosapaeda. Un lavoro audace e sorprendente, attraversato da un’ispirazione creativa tipicamente meridionale, ma con l’ampio respiro di un’autentica world music. La ricerca di un’alchimia sonora mediterranea si sposta in nuovi e più avanzati territori, usando la voce di Rosapaeda come filo conduttore di un percorso che attraversa molteplici linguaggi musicali.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti