Questo sito contribuisce alla audience di

Spam, Stati Uniti sempre peggio

La graduatoria semestrale di Sophos sui paesi che più generano mail spazzatura non registra miglioramenti nella condizione degli Usa, nonostante siano passati nove mesi dall'entrata in vigore della legislazione restrittiva

Ormai lo spam è al primo posto delle lamentele dei forzati della Rete e non passa giorno senza che arrivi qualche nuovo dato. Adesso è la volta della classifica dei paesi che più contribuiscono alla pioggia di email indesiderate, compilata da Sophos, la società che produce soluzioni antivirus e (appunto) anti-spam. La graduatoria si basa sui messaggi ricevuti nell’ultimo mese dai vari centri di rilevamento Sophos.
Continua