Questo sito contribuisce alla audience di

8 MARZO: Specchio di una condizione, un'opportuna riflessione. 1

Una riflessione sulla donna e la sessualità.

Emanuela Perri sul sito “ItaliaDonna” riflette sulla condizione
della donna nell’intima sfera sessuale.

«Viviamo in un momento storico in cui la sfera della sessualità,
di per sé molto intima e preziosa, viene socialmente maltrattata. La
maggior parte delle immagini pubblicitarie accostano al prodotto in vendita,
un corpo femminile associato ad un significato erotico.»

Il recupero della sintonia con se stessi:

«Se ricostruiamo il percorso storico scopriamo che il primo simbolo religioso
si trova all’ingresso delle caverne paleolitiche, ed è raffigurato dalla
vulva, che rappresenta la soglia, l’ingresso alla vita, il distacco dalla morte.
Nelle civiltà antiche le donne godevano di una grande libertà
sessuale, soprattutto tale libertà era strettamente connessa alla loro
spiritualità, in una perfetta ed armonica unione tra mente e corpo. Nella
società moderna sembra, invece, si sia perso questo senso di interezza
tra spirito e corpo, siamo vittime di una terribile scissione.»

«Il modo in cui la donna vive la propria sessualità è collegato
al suo equilibrio e alla stima di sé che ha raggiunto.

Entrare in contatto con la propria spiritualità, emotività, e
con quella del partner, consente di raggiungere dei livelli di intensità,
che aprono degli orizzonti interiori completamente nuovi. La mente razionale
è scossa da questa intensità al punto che vorrebbe afferrarla
e controllarla per poterla reprimere.

Riuscire a lasciarsi andare, perdersi nello sguardo della persona amata, lasciare
entrare l’uomo, nello spazio di donna, che accoglie ed accetta con serenità,
permette di accedere ad una spiritualità, che aiuta la disintossicazione
del corpo e della mente e consente al cuore di aprirsi e nutrirsi dell’Amore
che offre e che riceve.»

ITALIADONNA è la rete telematica che lega e collega le donne italiane in Europa e nel mondo ed ha lo scopo di favorire la loro integrazione
sociale attraverso il recupero delle radici culturali, il mantenimento della
lingua d’origine ed il confronto con altre connazionali che vivono in Paesi
diversi.