Questo sito contribuisce alla audience di

Premio Speciale MassenzioArte

Collettiva fotografica: espongono i vincitori del Premio Speciale MassenzioArte per la sezione Fotografia di MArteLive 2009

MArteLive L’edizione 2009 ha visto il palcoscenico dell’arte emergente in attività fino a Luglio. Si è conclusa infatti lo scorso fine settimana la nona edizione del MArteLive, in una due giorni ricca di creatività con i finalisti selezionati nel corso dei mesi scorsi in tutta Italia. Mentre si procede alla conta dei voti per decretare i vincitori delle 16 sezioni, ecco che già è stato assegnato uno dei premi extra per la sezione Fotografia offerto dagli Spazi MassenzioArte.

Dove: Galleria MassenzioArte, via del Commercio 12 - Roma
Quando: vernissage, 21 Luglio 2009 ore 19.00
Periodo: dal 21 al 31 Luglio 2009
Orari: Lun.- Merc.- Ven dalle ore 16.30 alle 19.00. Per altri giorni visita su appuntamento contattare 340/8343185
Info: +39 331 4332700
Come arrivare: metro B (fermata Piramide) + bus 23 o 271 o 769 (su via Ostiense)

Martedì 21 luglio alle 19:00 verrà inaugurata la collettiva di quattro giovani fotografi che, nel corso di questa edizione, hanno saputo suscitare l’interesse di una delle galleria partner del festival.

La scelta è caduta su Silvia Benvenuti, Jacopo Quaranta, Antonello Petró e Veronica Gabriele in arte Morgana.

Silvia Benvenuti espone Looking (For), serie di immagini fotografiche che nascono dalla lettura di un racconto di F. Durrenmatt “Il minotauro”. La ricerca si muove all’interno di un confine predeterminato: uno spazio ristretto, due sole figure (un uomo e una donna), una specifica luce che cade su di un punto particolare.

In un tempo di cui non si ha memoria, due esseri si muovono, cercano; talvolta, come animali, si nutrono della luce, talvolta l’ombra soltanto sembra dargli pace. Quando la luce li scopre si chiamano e iniziano a danzare la gioia di non essere più soli, danzano la curiosità, l’attrazione e la paura. Poi la luce se ne va e l’ombra torna a nasconderli.

Ha il nome di una donna, Naomi, il reportage ad opera di Jacopo Quaranta. La storia è quella di due occhi gialli, cambiamenti estremi di umore, pianti disperati e rabbia. Era la sua prima vicina di casa che a Londra gli ha detto “Hello” e ha voluto fotografarla.

Ogni tanto riprendeva un monologo interiore che covava da anni, sugli stupri, sulla guerra e sulla famiglia che non la voleva più. Aveva una figlia di 6 anni, che le è stata portata via dal padre. Il 22 aprile 2008, Naomi muore e la storia finisce.

Di taglio simile è “E Il Delirio Diventa Eco…” di Veronica Gabriele in arte Morgana, un reportage fotografico sull’ex-ospedale psichiatrico della Marcigliana che offre alla visione un luogo meraviglioso, imponente e completamente abbandonato a se stesso, dal quale l’autrice ha cercato di cogliere i particolari più emozionanti e suggestivi.

Infine Antonello Petró presenta la serie Eros & Tanatos (My Magritte) in cui è messo in evidenzia il rapporto in genere, che può essere quello di una coppia, di un menage a trois o quello che si ha con se stessi.

Una visione personale di Amore e Morte stretti fortemente tra loro. L’idea di nascondere completamente il volto - chiaramente di ispirazione magrittiana - è intesa a non voler influenzare il fruitore con la mimica facciale, rendendo l’immagine più libera nella sua interpretazione.

_____________________________________
Associazione Culturale Massenzio Arte & MArtLive
www.massenzioarte.it