Questo sito contribuisce alla audience di

World Press Photo vinto da un italiano

World Press Photo premia Pietro Masturzo per l'immagine esemplare, le donne contro il regime di Ahmadinejad

Pietro Masturzo, premiato dal World Press Photo E’ il 24 giugno, tre donne da un terrazzo di Teheran gridano in segno di protesta verso il regime. Dalle elezioni presidenziali iraniane, svoltesi il 12 giugno 2009, hanno restituito un risultato è fortemente contestato dall’opposizione e da gran parte dall’opinione pubblica iraniana ed internazionale, proclamando la vittoria del presidente Mahmoud Ahmadinejad sul candidato dell’opposizione Mir-Hossein Mousavi.

La foto vincitrice -di Pietro Masturzo, napoletano, classe 1980- è parte di una storia che racconta le notti, che sono seguite le elezioni presidenziali in Iran, animate da persone che hanno gridato il proprio dissenso da tetti e balconi, facendo seguito alle proteste diurne per le strade. Al reportage, nel suo complesso, è stato assegnato il primo premio nella categoria “People in the News”.

La conclusione della giuria
Il presidente della giuria, Ayperi Karabuda Ecer, ha dichiarato: “La foto mostra l’inizio di qualcosa, l’inizio di una storia enorme. Aggiunge prospettive di notizie. E ti tocca sia visivamente ed emotivamente, e il mio cuore ha sobbalzato.”

Il giurato Guy Tillim ha commentato: “La difficoltà di fotografare situazioni di conflitto è di raffigurante la vite parallele della gente che nonostante tutto va avanti con le proprie vite. Questa foto ha fatto un tentativo molto riuscito a fondere questi due elementi in un unico contesto - e questo è un “Santo Graal” della fotografia.

Il fotografo lo fa con una immagine molto bella di un paesaggio iraniano, che meriterebbe di essere valorizzata già per questo. Ma suscita il nostro interesse anche le grida delle donne che incorporano questo momento, l’importanza di questo evento storico. Esso rappresenta un tentativo molto sincero e riuscito di mostrare le realtà”.

Il giurato Kate Edwards ha dichiarato: “Questa fotografia rappresenta il clima di tensione, di paura - ma anche di tranquillità e calma, e in questo senso la scelta si è presentata come una sfida. Eravamo alla ricerca di una immagine che si senta dentro, nel più profondo, che ti fa pensare di più - non solo di mostrare quello che già sappiamo, ma qualcosa che ci chiede di più.”

Pietro Masturzo sarà premiato con 10 mila euro il prossimo 2 maggio ad Amsterdam. La mostra World Press Photo sarà visitabile a Roma il seguente 13 maggio. Avremo occasione di parlarne.