Questo sito contribuisce alla audience di

Acea Ecoart Contest 2010

Pure Water Vision: ovvero il rapporto tra acqua, uomo e ambiente

Pure Water Vision: Acea Ecoart Contest 2010 Pure Water Vision è il concorso internazionale di arte contemporanea creato dalla piattaforma culturale EcoArt Project insieme ad Acea Spa, principale operatore nazionale nel settore idrico integrato.

Le finalità del concorso sono l’assegnazione del Premio Acea EcoArt 2010 e la pubblicazione del catalogo EcoArt Book Two in occasione dell’organizzazione di una mostra.

Inoltre, il concorso ha lo scopo di far entrare “Fortunato Productions” in contatto con artisti e creativi nell’ambito delle proprie attività di produzione di eventi culturali, artistici e di comunicazione.

Il concorso prevede l’assegnazione del Premio Acea EcoArt 2010, consistente in un premio acquisizione del valore di € 10.000,00 con ingresso dell’opera vincitrice nella collezione Acea, la pubblicazione per 30 artisti sul catalogo EcoArt Book two e l’organizzazione di una mostra per dieci finalisti nella città di Roma (l’edizione 2009 di EcoArt Book one è già pubblicata e visionabile online sul sito del progetto www.ecoartproject.org ).

SpiraleScadenza bando: 31 Ottobre 2010 - Premio Acquisto Euro 10.000

Il concorso prevede il pagamento di una quota di Euro 35,00. La quota comprende l’inserimento dell’artista in GAD - Green Art Database, l’archivio globale online della piattaforma EcoArt Project utilizzato per il coinvolgimento degli artisti in attività di marketing culturale:
www.ecoartproject.org/gad/index.php

Il tema sul quale gli artisti sono chiamati ad esprimere la loro creatività è il rapporto tra acqua, uomo e ambiente, fortemente connesso allo sviluppo sostenibile del pianeta. La riflessione può essere estesa all’inquinamento dell’acqua, acqua come fonte di vita, acqua come fonte di energia rinnovabile, processo di desertificazione ed emergenza idrica.

Tutte tematiche che attanagliano il pianeta e investono allo stesso tempo una serie di scottanti questioni sociali, antropologiche, politiche e culturali.
Team curatoriale: Laura Cherubini - Eugenio Viola - Alfredo Cramerotti

L’obiettivo è quello di evidenziare aspetti poco noti del ciclo dell’acqua. Stimolare, attraverso il linguaggio universale e metaforico dell’arte una serie di riflessioni su cosa c’è dietro l’apparente semplicità dell’elemento acqua, di cosa accade prima e dopo la distribuzione di questa preziosa risorsa che scorre dai rubinetti delle nostre case attraverso un viaggio tra sorgenti, acquedotti, reti fognarie e impianti di depurazione.

Il concorso, aperto ad opere di fotografia, elaborazioni digitali, videoarte, pittura e mixed media, scultura, installazioni e performance, è curato da Laura Cherubini, critico d’arte, curatore e docente di storia dell’Arte Contemporanea all’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano; Eugenio Viola, critico d’arte e curatore della Project Room del Museo MADRE (Museo d’Arte Contemporanea DonnaREgina), Napoli; Alfredo Cramerotti, curatore QUAD Derby, co-curatore della biennale Manifesta 8 e critico.

Nella giuria del concorso sono presenti inoltre Carolina Italiano (responsabile editoria, ricerca e centro di documentazione Maxxi Arte), Matteo Lafranconi (responsabile attività culturali Palazzo delle Esposizioni Roma), Costanza Paissan (curatore presso il Macro di Roma), Massimiliano Tonelli (direttore editoriale Exibart), Guido Talarico (direttore ed editore InsideArt) e Pierguido Cavallina (direttore relazioni esterne e comunicazione Acea Spa).

Sviluppo sostenibile e rispetto per il pianeta sono gli obiettivi di tutte le attività di EcoArt Project.

Spirale Per scaricare il bando clicca QUI