Questo sito contribuisce alla audience di

LuccaDigitalPhotoFest - Sandy Skoglund

LUCCAdigital PHOTOfest 2010 con un occhio di riguardo verso la donna

SANDY SKOGLUNDOpera di Sandy Skoglund. Siamo alla sesta edizione del LDPF - LUCCAdigitalPHOTOfest, ovvero il festival internazionale dedicato all’arte fotografica ed alla video arte. Il filo rosso che attraversa la manifestazione è “Donna, fotografa e artista, soggetto o musa ispiratrice”.

Nonostante l’evento interessava il periodo dal 20 novembre al 12 dicembre 2010 (inaugurazione, ospitate, ecc), alcune interessanti mostre proseguono sino a dicembre e a gennaio 2011.

In questo articolo trattiamo di “The power of the imagination”, le opere di di Sandy Skoglund.
Realizzata in collaborazione con la Galleria Paci Arte Brescia.

Dove: Villa Bottini (Piano Nobile), Via Elisa – Lucca
Periodo: sino al 30 gennaio 2011
Orario: lun – ven, 15.00 – 19.30. Sab – dom, 10.00 – 19.30
Il 25 dicembre 2010 e il 1° gennaio 2011 l’esposizione è chiusa

Si tratta di una retrospettiva del lavoro dell’artista dagli anni ‘80 sino ad oggi.
Le opere scelte rappresentano l’intenzione di raffigurare la realtà filtrata attraverso l’immaginario collettivo. Sandy Skoglund non considera il suo lavoro “surreale” nel senso corrente del termine poiché - come afferma l’autrice - tutta la vita statunitense contemporanea è di per sé surreale.

L’intento dell’artista è di trovare un linguaggio visuale che sia in grado di riconntterci al mondo reale, senza quei filtri culturali (e strutturali) che ci impediscono di avere un contatto con la natura allo stato primitivo ed inaspettato.

La presenza nella scena degli animali e del cibo sono i media che la Skoglund usa per comporre un quadro il cui simbolismo visuale ha l’intento di ricondurci alla natura.

Quanto più la composizione e l’atmosfera surreale riesce a trasmettere la giusta emozione, tanto più il “linguaggio” usato sarà in grado di penetrare nelle coscienze collettive, al di là delle frontiere culturali e linguistiche.

Sandy Skoglund nasce a Weymouth, Massachusetts, nel 1946. Studia arte e storia dell’arte allo Smith College di Northampton, Massachusetts, dal 1964 al 1968.

Dal 1969, frequenta una scuola di specializzazione presso l’Università dello Iowa, dove studia regia e arti multimediali, conseguendo nel 1971 il Master in Arte e nel 1972 quello in pittura.
Trasferistasi a New York, inizia a lavorare come artista concettuale, occupandosi di una produzione artistica ripetitiva, orientata verso un processo fotomeccanico ottenuto attraverso la tecnica del mark-making e della fotocopia.

Verso la fine degli anni ‘70, l’interesse per l’attività documentale verso il lavoro concettuale la stimola ad apprendere l’arte della fotografia. Fonde le arti applicate con la fotografia sviluppando l’attenzione per la cultura popolare e per l’illustrazione commerciale, collaudando le tecniche che la porteranno - dal 1978 - ad opere di still life di cibo come ad es. “Luncheon Meat on a Counter” e “Peas on a Plate”.

Nel 1980 la Skoglund realizza sculture di gatti in gesso per un’istallazione post-apocalittica intitolata “Radioactive Cats”. Con questa opera l’artista definisce una propria tecnica creativa ed espositiva in cui integra anche la figura umana. “Radiocative Cats” segna l’inizio della sua produzione di Tableau Photography, una tecnica peculiare che Sandy Skoglund continua ad esplorare tutt’oggi.

Dal 1981, quando Revenge of the Goldfish e Radioactive Cats sono stati presentati alla Whitney Biennial Exhibition, Sandy Skoglund ha assunto una posizione di rilievo nella fotografia d’avanguardia. Molti musei internazionali hanno commissionato le sue opere, tra cui: “Breeze at Work” per il Walker Art Center of Minneapolis, Minnesota. Il Centre Georges Pompidou a Parigi, ha commissionato “Fox Games” nel 1989 per una mostra intitolata ‘The Invention of an Art, a history of photography’. Nel 1997 ha realizzato per lo Smith College di Northampton “Walking on Eggshells”, un’ istallazione con fotografie, da inserire nella retrospettiva Reality Under Siege.

Uno dei suoi lavori piu’ recenti, “Shimmering Madness”, in mostra quest’anno al LUCCAdigitalPHOTOfest, e’ stato commissionato dalla Rutgers University nel 1998 ed e’ costituito da migliaia di farfalle dipinte a mano che fluttuano su uno sfondo nero.

__________
Vedi gallery

Sandy Skoglund a LUCCAdigital PHOTOfest 2010 con un occhio di riguardo verso la donna

Sandy Skoglund a LUCCAdigital PHOTOfest 2010 con un occhio di riguardo verso la donnaSandy Skoglund a LUCCAdigital PHOTOfest 2010 con un occhio di riguardo verso la donnaSandy Skoglund a LUCCAdigital PHOTOfest 2010 con un occhio di riguardo verso la donna