Questo sito contribuisce alla audience di

Popolis

Franco Battiato La Voce Del Padrone

Franco Battiato

La Voce Del Padrone


a cura di Chris

Artista: Franco Battiato
Titolo: La Voce Del Padrone
Anno: 1981
Sito: www.battiato.it

Dopo un esordio all’insegna della musica sperimentale il cantautore siciliano si avvicina ad una forma di canzone più classica con gli album L’era del cinghiale bianco e Patriots, che gli permette una maggiore visibilità sul panorama musicale del tempo.

Ma è nel 1981 che arriva il grande, anzi grandissimo successo; con il disco La voce del padrone nasce il fenomeno Franco Battiato: radio, TV e mangianastri suonano tutti i sette brani dell’album e per la prima volta un disco italiano supera il milione di copie vendute.

Sono sole sette i brani che compongono l’album, ma che canzoni!
Identificare la più bella o anche solamente la più famosa è impresa ardua. Il fatto che questo disco sia un greatest hits è confermato anche dal fatto che tutti i sette brani sono contenuti in ogni raccolta di Battiato.

Il fruscio della risacca delle onde e il suono delle tastiere apre Summer on a solitary beach, prima canzone dell’album, immagine di una vacanza allo stesso tempo desiderata e temuta.
Un insieme di non sensi genialmente musicati compongono Bandiera bianca, ritratto di una società che sembra aver perso il senso delle cose.
Grande atmosfera ne Gli uccelli, brano in cui la poesia è sia nel testo che nelle note. Musica e versi si incastrano alla perfezione portando l’ascoltatore ad immedesimarsi in quel volatile le cui acrobazie sono così ben cantate.

E’ un’esplosione di ritmo con numerose citazioni di artisti musicali (da Mina a Bob Dylan, dai Beatles ai Rolling Stones) la quarta traccia dell’album: Cuccurucucù è infatti una nostalgica revisitazione dei ricordi e delle esperienze dell’età adolescenziale e giovanile.
Segnali di vita è il brano meno immediato e che anticipa il Battiato che verrà: sempre raffinato ma attento all’evoluzione, alla voglia di cambiamento e all’effetto che il passare del tempo ha sul senso della vita.

Se la ricerca di un punto di equilibrio è il tema portante di Centro di gravità permanente, questo equilibrio è stato ottenuto nella costruzione musicale del pezzo.
L’album viene chiuso dall’esotica e sensuale Il sentimiento nuevo, ed è bellissimo perdersi in quest’incantesimo…..

Testi significativi e mai banali con la massima musicalità e orecchiabilità. Praticamente perfetto.

Le categorie della guida

Link correlati