Questo sito contribuisce alla audience di

IX Centenario - La Provincia presenta "Pievi in scena"

Da aprile a ottobre 2006 sessanta eventi tra musica, danza e teatro per riscoprire il fascino del Medioevo. A Fontevivo il 30 aprile Franco Battiato accompagnato da Manlio Sgalambro in "Invenzioni a due voci"

Il 2006 è l’anno delle grandi celebrazioni per i 900 anni della Cattedrale
di Parma, dedicata nel 1016, e i gioielli del romanico parmense si preparano
a “concelebrare” l’evento. Ecco Pievi in Scena, un susseguirsi di eventi e
spettacoli emozionanti, da aprile a ottobre 2006.

La rassegna, che vede protagonisti il teatro, la danza, la musica, con
momenti speciali dedicati ai bambini, è stata presentata oggi in Provincia
dal presidente Vincenzo Bernazzoli, l’assessore provinciale al Turismo
Gabriella Meo, Giancarlo Gonizzi segretario del comitato per il IX
centenario, Franco Tedeschi vice presidente Fondazione Monteparma.

Sessanta appuntamenti che riportano le pievi alla loro antica funzione di
centri di aggregazione sociale e culturale, per rivivere la suggestione di
secoli ricchissimi di arte ed esperienze intellettuali. Ventotto pievi
romaniche, ventotto “racconti” di luoghi da cui è passata la Storia, un
viaggio nella memoria dei secoli, attraverso l’arte e la fede che hanno
influenzato la crescita culturale e sociale del territorio.

“Questa iniziativa rappresenta lo sforzo fatto dal Comitato per il IX
centenario e dalla Provincia, con il sostengo degli sponsor, per valorizzare
il patrimonio artistico del territorio, rafforzandone l’immagine e fornendo
un’occasione di attrattiva in più che mette in relazione l’offerta del
capoluogo con quella del territorio in una logica di sistema. Lo facciamo
insieme ad una serie di soggetti: i comuni, le parrocchie, il volontariato,
importanti realtà senza le quali nnon sarebbe stato possibile rendere
visibili questi straordinari luoghi e a cui va il nostro ringraziamento - ha
sottolineato il presidente Vincenzo Bernazzoli.

“Le pievi sono tutte le figlie della cattedrale - come ha spiegato Giancarlo
Gonizzi - e per questa ragione fin dall’inizio il Comitato ha lavorato
perché le celebrazioni fossero anche un’occasione di recupero delle pievi
sul territorio.

“Il primo significato che diamo a questa rassegna è quello di aver attivato
una serie di eventi in grado di lasciare un segno perché porteranno a
conoscere il territorio parmense non solo per i turisti ma anche per gli
stessi cittadini - aggiunge l’assessore provinciale al Turismo e ai Parchi,
Gabriella Meo .

Dello stesso avviso anche Franco Tedeschi che ha illustrato le ragioni del
sostegno della Fondazione Bancamonte “sempre attiva e partecipe ad
iniziative finalizzate alla valorizzazione del territorio”.

Il tour virtuale attraverso i secoli inizia il giorno di Pasqua, domenica 16
aprile 2006, dalla Cattedrale di Fidenza, dove l’Ensemble Oktoechos e la
Schola Gregoriana di Venezia diretta da Lanfranco Menga mettono in scena
alle 20.30 “Visitatio Sepulchri”, uffici drammatici della Passione e del
Tempo di Pasqua, risalenti ai secoli XII-XV, per proseguire martedì 25
aprile alle 15.30 alla Chiesa di Cabriolo con la Mansio Templi Parmensis.
Con “Cabriolo al tempo dei Templari” la piccola chiesa ritorna come per
magia ai secoli in cui si manifestava l’opera del più affascinante ordine
militare del Medioevo, tra vita quotidiana e arcane cerimonie. E ancora
tanti emozionanti momenti di musica, tra cui spicca la partecipazione di
Franco Battiato accompagnato da Manlio Sgalambro in “Invenzioni a due voci”,
domenica 30 aprile alle 21 nello splendido chiostro dell’Abbazia di
Fontevivo, oltre a diversi concerti dedicati alla musica sacra e non di
ispirazione medievale.

Non mancano i pomeriggi pensati per i bambini, con storie di pellegrini che
vengono riproposte durante la rassegna in diverse pievi come “La promessa”
di Loredana Scianna o “Il falco magico” di Bernardino Bonzani. Parma
Turismi, inoltre, organizza ogni prima domenica del mese, da aprile a
ottobre, visite guidate alle 28 pievi romaniche della provincia di Parma,
splendida testimonianza dell’anima religiosa e culturale del territorio.

I ventotto preziosi tesori de “I Percorsi del Romanico in provincia di
Parma” partecipano all’iniziativa promossa dalla Provincia in
collaborazione con il Comitato per le celebrazioni del IX centenario della
Cattedrale di Parma e d’intesa con le Diocesi di Parma, Fidenza e Piacenza,
e con il sostegno di un grande sponsor come Fondazione Monte Parma. La
Fondazione Cariparma sostiene gli eventi artistici nelle ventotto pievi
romaniche e finanzia i restauri delle chiese, mentre con la “Gazzetta di
Parma” è in atto una partnership.

I Comuni di Parma, Fidenza, Noceto, Collecchio, Sala Baganza, Fornovo Taro,
Terenzo, Berceto, Salsomaggiore Terme, Pellegrino Parmense, Varano de’
Melegari, Borgo Val di Taro, Felino, Lesignano de’ Bagni, Neviano degli
Arduini, Tizzano Val Parma, Palanzano, Fontevivo, San Secondo Parmense e
Torrile hanno offerto la propria collaborazione attraverso le Pro Loco e gli
uffici turistici.

Fonte: Provincia di Parma

Le categorie della guida