Questo sito contribuisce alla audience di

Franco Battiato a Pinerolo

Il cantautore siciliano al cinema Italia

Spettacoli: Franco Battiato presenta a Pinerolo il suo terzo film
Scritto a quattro mani con il filosofo Manlio Sgalambro, tratta l’idea di
spiritualità

PINEROLO - Dopo Alejandro Jodorowsky, il cinesta cileno ospitato a Pinerolo
nell’ambito di “Per sentieri e remiganti” con una conferenza che lo ha visto
protagonista e tre splendidi spettacoli teatrali tratti da suoi lavori, il
Gruppo del cerchio offre alla città l’incontro con un altro “viaggiatore”
del nostro tempo: Franco Battiato.

Sabato 7 alle 21, al cinema Italia di via Montegrappa, presenterà, in una
conferenza moderata da Carola Benedetto, il suo terzo film: “Niente è come
sembra”, scritto a quattro mani con il filosofo Manlio Sgalambro (la coppia
di intellettuali è spesso involontaria protagonista della verve creativa di
Fiorello a “Viva Rai Due”).

Cinema e spiritualità, un intreccio caro al cantautore siciliano che nella
pellicola verrà spiegato nella sua personalissima maniera, attraverso un
«modello estremo ed eversivo di cinema - scriveva qualche tempo fa in
proposito il giornalista Fabio Bagnasco, profondo conoscitore di Battiato -,
che non mancherà di dividere sia critici che spettatori, ponendo problemi
etico/estetivi, scardinando ataviche pigrizie interpretative, sollecitando
una radicale riflessione sul futuro prossimo della settima arte».
Sicuramente ciò che il pubblico potrà sentire non saranno parole banali,
così come la trama del film non è consueta. Racconta di un anziano
professore universitario di Antropologia culturale, separato dalla moglie e
appassionato di riti etnico-popolari. Un giorno, mentre tenta di documentare
una festa del fuoco di origini pre-cristiane, si smarrisce nel bosco.
Troverà riparo e ospitalità in una casa in cui si sta svolgendo un incontro
singolare e lì sarà coinvolto in un’esperienza travolgente e unica: il
discorso intorno a Dio.

Un racconto decisamente singolare, ma che serve a Battiato per, «lanciare
segnali d’allarme e qualche antivirus - come lo stesso cantautore ha
spiegato scherzosamente in un’intervista -. Una diossina intellettuale sta
decretando il declino e la caduta dell’impero dell’essere umano. se non
avessi qualche speranza lascerei perdere».

I biglietti (12 euro +1,50 di prevendita) sono disponibili da Rogirò a
Pinerolo; Top Sound a Saluzzo; Le disque a Rivoli; Fnac - Le Gru a
Grugliasco; Fnac di via Roma a Torino; Box La Feltrinelli di piazza Cln a
Torino o al botteghino del cinema dalle 19,30.

Il filosofo Manlio Sgalambro sarà invece nel pomeriggio di sabato 7, attorno
alle 16, a Chieri, al cinema Splendor, per un reading poetico sui suoi
“Incontri poetici alla fine del mondo” (10 euro +1,50 di prevendita).

Sofia D’Agostino

Eco del Chisone

Le categorie della guida