Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • Un altro pianeta

    Un altro pianeta doveva essere il film scandalo delle Giornate degli Autori, "un low porno" l'aveva definito addirittura qualcuno. Così non è stato. "Un equivoco nato da una chiacchierata con un giornalista. - spiega Antonio Merone, il protagonista - Gli avevo detto che all'inizio del film c'era una scena di sesso forte. Ma solo per quel misto di non partecipazione e durezza con la quale era stata girata. In realtà non si vede nulla".

  • "Alghero"

    "La città di Alghero e tutti i suoi cittadini sono grati a Giuni Russo grande cantante e musicista - sottolineò in quella conferenza stampa Marco Tedde - che nel 1986 dedicò il brano "Alghero" che ebbe un grande successo non solo discografico ma anche di promozione per l'intero territorio.

  • Sicilian Film Festival

    Il meglio della cinematografia siciliana fa di nuovo scalo Miami dall'8 al 14 aprile per il III Sicilian Film Festival, che promuove oltreoceano la cultura ed il cinema siciliano. Si vedranno pellicole che trattano temi salienti legati alla Sicilia, o che vedono la partecipazione di artisti siciliani o di origine siciliana, o film prevalentemente girati in Sicilia ma anche film stranieri che abbiano per protagonisti importanti figure di riferimento di origine siciliana.

  • Casalpusterlengo

    Come si chiamano gli abitanti di Casalpusterlengo?

  • Franco Battiato Il mio cinema? Anti-narrativo

    PERSONAGGI. IL CANTAUTORE, REGISTA E PITTORE OSPITE DELLA SERATA INAUGURALE DI "A UN PASSO DAL CONFINE"

  • «Niente è come sembra»

    Prima del suo film «Niente è come sembra» verrà proiettato «La sua figura», un dvd dedicato a Giuni Russo, come la ricorda? Ci conoscevamo bene, ci siamo frequentati a lungo, direi che è stata una conoscenza profonda, da siciliani anche. Non è stata una regia, ma una selezione da trentacinque ore di materiale da cui ho ricavato quello che meglio potesse rappresentare Giuni. Ho evidenziato alcune parti di interviste rilasciate, quando Giuni ricorda la sua infanzia, l'attesa dei pescatori al porto con il loro vociare, oppure quella volta che in uno studio Rai c'era Leonardo Sciascia ad ascoltarla. Prima di intraprendere la regia aveva mai avuto contatti con il cinema? A più riprese mi hanno proposto ruoli di attore, in un film c'era anche Tognazzi, ma ho sempre rifiutato, anche quella volta che arrivò un invito da De Laurentis per fare «La voce del padrone il ritorno», o qualcosa di simile.

  • Ecco il regista Battiato "a un passo dal confine"

    INCONTRI. LA RASSEGNA DI ALBERTO PERUFFO A MONTECCHIO M. PROPONE L'ULTIMA OPERA DELL'ARTISTA SICILIANO

  • Viviamo in un'epoca di buio e confusione

    Dare un senso alla propria vita è un'impresa che pochi audaci intraprendono

  • Il mio è un film sulla spiritualità

    «Il mio è un film sulla spiritualità, un pretesto per rappresentare posizioni differenti sull'esistenza di Dio. Di qui il senso della mia presenza qui: sono stato invitato e ho trovato interessanti sia la proposta che l'ambiente della discussione».

  • Battiato si misura sull'esistenza di Dio nel terzo film

    In una casa nel bosco l'incontro tra "pensatori" sul grande mistero d'Amore

Le categorie della guida