Questo sito contribuisce alla audience di

Swapoo contro Napster

E' arrivato l'ultimo software che permette di condividere tutti i tipi di files. E'guerra aperta alla Napster Generation.

E’ stata creata una nuova comunità virtuale che permette ai suoi utenti, tramite un software gratuito, di condividere files in rete. E’ l’ultima novità per gli internetnauti. Dopo Napster, capostipite del genere, e GNutella suo fratello minore, arriva Swapoo. Incuranti del terremoto giudiziario che sta interessando i suoi diretti avversari, gli sviluppatori di Swapoo hanno pensato di fare le cose in grande: oltre a poter condividere files audio è possibile ricercare files con qualsiasi estenzione (audio, video, documenti, immagini, etc.). E’ per questo che Swapoo si avvicina più a Gnutella che a Napster, ma in più ha la velocità di connessione e una interfaccia molto, ma molto intuitiva e facile da usare. Ma non sono tutte rose e fiori: Swapoo è ancora troppo poco diffuso e questo non consente di avere un database davvero consistente di files. Aggiungiamoci che molti navigatori mettono in condivisione files fantoccio o di nessun valore, risultato: piccolo database pieno di inutilità e una enorme mailing list.
Notizie tecniche: una volta scaricato (il file è in formato .zip di 41k) bisogna prima decompremerlo e poi seguire le modalità di istallazione rigorosamente in inglese. E’ necessario per prima cosa selezionare una cartella che si vuole condividere e quella che si userà per scaricare i files. Attenzione! Se la cartella individuata è vuota verrà lanciato automaticamente un segnale di errore; è per questo che consiglio di creare preventivamente una cartella dove inserire files che desiderate condividere. Questa piccola accortenza vi farà risparmiere tempo e vi metterà al riparo da esiti indesiderati.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati