Questo sito contribuisce alla audience di

Mai Più Per Sempre

Leggere, come ci ricorda il poeta francese Charles Pèguy, significa “penetrare dentro un’opera”....Ricordare diviene un obbigo morale per dare ai ragazzi un patrimonio ampio di conoscenze che possa vivere nel tempo ed aiutarli nel cammino della vita, per non dimenticare. L’altro è ricchezza. Oggi lo sarà per sempre.


Mai Più Per Sempre

Leggere, come ci ricorda il poeta francese Charles Pèguy, significa “penetrare dentro un’opera”.

Anni fa Primo Levi ci ricordava lo shock e l’orrore dei lagher dipingendo un affresco completo ed agghiacciante di quello che accadde.

Shoah, Olocausto, genocidio: parole semplici eppure mortali, che conservano, inalterato, il senso della lucida follia dell’uomo.
Shoah intesa come Olocausto e sterminio di tutte le diversità all’interno del tessuto sociale.

La Risiera di San Saba di Trieste, in una terra di confine che svolge un ruolo importante di cerniera e dialogo, è uno tra i tanti simboli che interpreta la suprema vergogna della storia europea dove si sono spenti sei milioni di esseri umani: uomini, donne, bambini, luogo emblematico della violenza e sofferenza dell’uomo.

Ricordare diviene un obbigo morale per dare ai ragazzi un patrimonio ampio di conoscenze che possa vivere nel tempo ed aiutarli nel cammino della vita, per non dimenticare.

Ricordare attraverso un libro, un racconto, un fiore o un giorno significa allora piantare un seme, custodirlo, conservarlo, proteggerlo affinchè diventi un dono e porti frutti nel futuro.

Solo ricordando possiamo evitare che succeda ancora o che chiunque, ovunque, venga massacrato, ucciso, deriso, torturato per solo fatto di non essere uguale a noi.

L’altro è ricchezza. Oggi lo sarà per sempre.

Riproduzione Riservata Luisa Maria Carretta
Immagini riprodotte a fini esplicativi