Questo sito contribuisce alla audience di

Friuli «longevo» senza farmaci

''Un caso esemplare è rappresentato dal Friuli Venezia Giulia che presenta un consumo farmaceutico ben inferiore alla media nazionale (meno 5% nel 2003 e nel 2004) pur avendo un indice di vecchiaia molto elevato e pur prevedendo forme di ticket o compartecipazione alla spesa tra le più basse in Italia'', spiega la Collicelli.

Friuli longevo ‘’senza farmaci”, in campania e sicilia troppe medicine

 

Nord longevo senza ricorrere troppo ai farmaci. Sud più giovane, ma troppo spesso nelle farmacie. E’ la fotografia scattata da un’indagine Censis presentata questa mattina dalla vicepresidente Carla Collicelli nel corso della I Conferenza nazionale dei Ds sulla Salute e le politiche sociali, fino a domani a Roma.

”Un caso esemplare è rappresentato dal Friuli Venezia Giulia che presenta un consumo farmaceutico ben inferiore alla media nazionale (meno 5% nel 2003 e nel 2004) pur avendo un indice di vecchiaia molto elevato e pur prevedendo forme di ticket o compartecipazione alla spesa tra le più basse in Italia”, spiega la Collicelli. ”Al contrario la Campania, regione giovane per eccellenza, ha gli indici di vecchiaia più bassi in assoluto ma svetta per i suoi alti livelli di consumo farmaceutico (+11% nel 2004 rispetto alla media nazionale). Caso ancora più singolare quello della Sicilia, che pur avendo bassi indici di vecchiaia e alti livelli di ticket procapite consuma più farmaci della media nazionale”. Infine, conclude la vicepresidente del Censis, c’è la Liguria: ”La regione più ‘vecchia’ dell’Italia con il rapporto tra over 65 e minori di 14 anni più elevato in assoluto, che nonostante la presenza di alti livelli di compartecipazione alla spesa farmaceutica si colloca a un livello di consumo procapite poco al di sotto della media italiana”. (Adnkronos Salute)

Link correlati