Questo sito contribuisce alla audience di

Tre metri sopra il cielo..

E nei suoi occhi tu vedi il mare, quel mare da cui farti travolgere e cullare; vedi l’inferno ed il paradiso dell’amare e dell’essere amati…

E quella mattina decidi di non essere più te stesso,

decidi di essere diverso per te stesso

e per lui che è lì che ti guarda e ti sorride.

E nei suoi occhi tu vedi il mare,

quel mare da cui farti travolgere e cullare;

vedi l’inferno ed il paradiso

dell’amare e dell’essere amati…

Ma nei suoi occhi c’è la magia di quel sogno

che nonostante tutto è ancora lì

latente dentro di te

che grida per venire fuori….

E tu lo ascolti allora quel grido,

lo ascolti per non essere più

uno di quelli che cammina per le vie di questa città

troppo ferito per ammettere che un fiore

può ancora nascere dalle ceneri di un dolore.

Decidi di avere il coraggio di amare

per arrivare lassù dove solo chi osa può arrivare,

lassù,

tre metri sopra il cielo…

< <<< Pagina Pagina >>>>