Questo sito contribuisce alla audience di

I Turcs tal Friul

La storia si ripresenta oggi e viene ripercorsa con il grande progetto “I Turchi in Europa” che sarà l’evento dell’anno e la rassegna più importante del 2006 della Regione. Un progetto importante in attesa che la Turchia entri definitivamente in Europa in cui saranno delineate due civiltà, Oriente ed Occidente, unite nella memoria, nell’arte e nella vita... un ponte ideale che traccia un prezioso filo rosso tra passato, presente e futuro... nella convinzione che la conoscenza storica possa arricchire le relazioni umane, migliorando il futuro…

Chi tra noi ha letto “I turcs tal Friul”, sa bene che questo primo testo teatrale di Pasolini è l’eco delle nefaste conseguenze della guerra tra Venezia ed i Turchi iniziata nel 1463 che portò ad all’invasione di questa terra. ..

La storia si ripresenta oggi e viene ripercorsa con il grande progetto “I Turchi in Europa” che sarà l’evento dell’anno e la rassegna più importante del 2006 della Regione.

L’iniziativa, presentata presso la Sala Mosaico della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia di Trieste sta dunque per decollare e toccherà le città di tutto il Friuli Venezia Giulia. Una rassegna ideata da Gianpaolo Carbonetto in coordinamento organizzativo con Paola Sain e Daniela Volpe, promosso dalla Regione Friuli-Venezia Giulia con il Comune di Palmanova e con gli altri enti e istituzioni del territorio. Nucleo centrale. Palmanova, dove sarà ospitata la grande mostra storica, affiancata da un’ulteriore esposizione intorno all’architettura turca e da un percorso che valorizzerà le suggestioni e l’atmosfera della città stellata, guidando i visitatori attraverso i bastioni difensivi della fortezza, le fortificazioni, i cunicoli e i posti di guardia.

Un progetto importante in attesa che la Turchia entri definitivamente in Europa

in cui saranno delineate due civiltà, Oriente ed Occidente, unite nella memoria, nell’arte e nella vita…

un ponte ideale che traccia un prezioso filo rosso tra passato, presente e futuro…

nella convinzione che la conoscenza storica

possa arricchire le relazioni umane, migliorando il futuro…

lmc