Questo sito contribuisce alla audience di

Un rifugio della natura

Parco delle Dolomiti Friulane, un rifugio nella natura: è lo slogan dell' area della provincia di Pordenone dove turisti e appassionati potranno partecipare, nei prossimi mesi, a decine di iniziative, fra escursioni e gare sportive, dai centri della Valcellina a quelli della Val Colvera, Val Tramontina e alta Val Tagliamento.

Parco delle Dolomiti Friulane, un rifugio nella natura: è lo slogan dell’ area della provincia di Pordenone dove turisti e appassionati potranno partecipare, nei prossimi mesi, a decine di iniziative, fra escursioni e gare sportive, dai centri della Valcellina a quelli della Val Colvera, Val Tramontina e alta Val Tagliamento.

Varie e articolate le proposte:

si va dalle Cjaspolade diurne e notturne (camminate sulla neve fresca utilizzando soltanto le cjaspe, tradizionali racchette un tempo patrimonio esclusivo di contadini e cacciatori che le indossavano per non sprofondare),
all’ Ice-Land, dalle escursioni esplorative e sulla neve alle ascensioni alpinistiche; il tutto sotto lo stretto controllo delle guide alpine del Parco e degli esperti della scuola alpina Dolomiti Friulane, che operano in sinergia col Consorzio Valcellina di Claut (Pordenone) e col Co.Se.Tur di Forni di Sopra (Udine).
Gli appassionati della neve e delle discipline invernali dovranno attendere la vigilia di Natale per la prima iniziativa (una suggestiva Cjaspolada naturalistica), ma da quel momento, e fino al successivo 22 aprile, sono in programma quattro mesi zeppi di attività di ogni tipo che si potranno svolgere con qualsiasi condizione climatica anche grazie a numerose strutture artificiali.

Punta di diamante delle proposte del Parco è l’Ice-Land: un corso di avvicinamento al ghiaccio che si svolge a Cimolais, Claut e Forni di Sopra e che ha come obiettivo l’ introduzione all’ arrampicata su pareti di ghiaccio. Nei due giorni di corso, le guide alpine svelano i segreti delle più moderne tecniche di progressione, avvicinando gradualmente i principianti e affiancando con passione gli esperti. Durante le lezioni vengono messi in primo piano la sicurezza e la prevenzione degli infortuni in ambiente invernale alpino. Per facilitare l’ apprendimento, viene utilizzato anche l’ Ice Park Tre Pini che si trova a Claut.

E’ una torre di ghiaccio creata tre anni fa e formata da una costruzione di tronchi, accatastati in modo tale da formare diverse pendenze, sui quali vengono gettate acqua e neve che, grazie all’azione del freddo, si fissano alla struttura.

Il risultato finale è una ‘palestra’ ghiacciata sulla quale è possibile arrampicarsi con attrezzature e tecniche proprie di questo sport, con la garanzia della sicurezza offerta da personale specializzato, da materiale tecnico specifico e da punti di ancoraggio e protezione appositamente predisposti.

INFO: Parco Dolomiti Friulane +39 0427 87333

info@parcodolomitifriulane.it

Fonte: Ansa