Questo sito contribuisce alla audience di

Friuli Venezia Giulia in Tour

Un itinerario che ci porta dall'affascinante isola di Grado, meta di turismo balneare e culturale, verso il cuore del Friuli, tra campi biondi di frumento. Passando dall'antica Aquileia si prosegue verso Nord fino alla città del prosciutto crudo, San Daniele del Friuli.

Partendo da Grado in direzione Nord, l’itinerario attraversa alcune fra le più belle città del Friuli Venezia Giulia: Aquileia, la città stellata di Palmanova e Udine, centro storico e culturale di tutto il Friuli. Al termine del percorso, a San Daniele del Friuli, ci si può riposare al fresco della piazza del Duomo degustando il celebre prosciutto crudo accompaganto con un buon bicchiere di vino.

LE SOSTE:

Grado è un’antica città lagunare, importante meta di turismo balneare.

Nacque come parte estrema del sistema portuale di Aquileia, scalo per le navi che dall’Adriatico dovevano risalire il corso del fiume Natisone. Il centro storico della città corrisponde all’antico castrum di epoca romana, poi fortificato per rispondere agli attacchi barbarici. E’ ancora visibile il tracciato delle mura dove si trovano reperti archeologici. Nel centro della città importante, oltre al Duomo, anche la basilica di Sant’Eufemia con il battistero. Il complesso monumentale sorge sopra i resti di un’antica basilica romana. A nord del battistero, infine, si trova la basilica di Santa Maria delle Grazie caratterizzata dalla compresenza di due stili differenti, uno romano e uno successivo.


Proseguendo lungo la strada statale si arriva Aquileia, antica colonia latina. Al tempo di Augusto la città arrivò a contare fino a 200mila abitanti, anche se la sua importanza si limitò principalmente all’ambito militare. In epoca successiva subì numerose invasioni barbariche, ma continuò ad essere un importante centro politico e culturale.

Dopo l’anno Mille divenne anche sede della Contea del Friuli. Nel Museo Nazionale della città è possibile vedere interessanti reperti che testimoniano l’età romana. Accanto si trova la Basilica, eretta nel IV secolo sul terreno dove anticamente si trovava una signorile domus.

Palmanova è una città-fortezza eretta nel 1593 dalla Repubblica

di Venezia per difendere i confini orientali della Serenissima dalle invasioni dei Turchi e dalle mire espansionistiche dell’Austria. L’intera città, caratterizzata dalla celeberrima forma a stella, è un complesso monumentale che merita una visita. E’ formata da nove baluardi e al centro della città si trova una piazza dalla forma esagonale da cui si irraggiano sei strade che portano all’esterno, mentre tutt’intorno vi sono mura e fossati per circa 7 km.

Proseguendo verso Nord, lungo l’autostrada A23, si raggiunge l’elegante città di Udine. Passando per il centro si arriva alla monumentale piazza della Libertà dove si possono visitare la loggia del Lionello e il porticato di San Giovanni.

Sul colle del Castello, il nucleo più antico della città, si ergono chiese e i palazzi eleganti. Per chi ama l’arte poi, si ha la possibilità di scoprire capolavori di Giambattista Tiepolo ad ogni angolo: nelle chiese, o nelle dimore nobiliari oppure negli oratori.

L’itinerario termina a San Daniele del Friuli dove è possibile coniugare esigenze culturali e curiosità gastronomiche. Importante cittadina sin dal 1139, è caratterizzata da raffinati palazzi storici ed eleganti giardini su cui si affacciano alcune tra le ville settecentesche scelte dai Patriarchi di Aquileia come dimore residenziali. Ma la fama della città è legata soprattutto al famoso prosciutto, la cui preparazione è resa possibile da un microclima fresco e ventilato per buona parte dell’anno e da una tradizione millenaria di competenze tramandate di generazione in generazione.