Questo sito contribuisce alla audience di

Claudio Baglioni: a Trieste note di poesia

Volo di un’eterno istante… parole in musica... quelle di Claudio Baglioni che riempie il cuore di Trieste ed infiamma il pubblico attento che lo segue da tanto…

Volo di un’eterno istante…

parole in musica…

quelle di Claudio Baglioni che riempie il cuore di Trieste ed infiamma il pubblico attento che lo segue da tanto

Perché quello che incanta è l’immediata freschezza…

il prodigio di leggerezza…

armonia che esce dai confini dove l’uomo tenta invano di racchiudere il suono per entrare in nuove dimensioni regalandoci nuove sensazioni e nuove percezioni..

Viaggiatore del tempo, Claudio Baglioni per il “Tutti qui Tour” che lo ha portato venerdì a Pordenone, regala tre ore tre ore di musica dal vivo, in cui ritroviamo tutta la sua storia, la sua musica che è anche la storia della musica italiana….

Nel grande palco al centro Claudio Baglioni si muove come un menestrello tra una band di dieci bravi musicisti, come quel ragazzo che ricordiamo e che guardiamo attraverso le immagini ai lati del palco che mostrano la vita del cantautore


e così, con dolcezza, attraverso un madley di canzoni di sempre

che stasera risuonano sempre nuove…

si alternano rapsodie di suoni, colori, odori, che assumono le forme dell’allegoria di vita e d’amore..
vita che si fonde e confonde con la voce di ognuno di noi per poi divenire metafora avvolgente
stimolando ricordi o trasformando i nuovi sentimenti in emozioni…

“Avrai, avrai, avrai il tuo tempo per andar lontano,
camminerai dimenticando, ti fermerai sognando…

Avrai, avrai, avrai la stessa mia triste speranza
e sentirai di non avere amato mai abbastanza

se amore, amore, amore, amore avrai…”

note che ti raggiungono e scorrono dentro … note e parole, che continuano a vibrare e, come sogni, tutti qui, diventano parte di noi

Questo Piccolo Grande amore, Avrai, Mille giorni di Te e di Me, Poster…

“E sui binari quanta vita che è passata e quanta che ne passerà
E due ragazzi stretti stretti
che si fan promesse per l’eternità.
Un uomo si lamenta ad alta voce
del governo e della polizia.
E tu che intanto sogni ancora
sogni sempre, sogni di fuggire via…
di andare lontano, lontano…
andare lontano, lontano… ”

e così la vita diventa “un pianoforte di ottantotto tasti..

perché ciascuno possa imparare a suonare il proprio strumento

per il più grande dei concerti

Luisa Maria Carretta